U.S. Catanzaro: si va in ritiro con tutti i 21 effettivi

scritto il: lunedì, 10 Agosto 2020 - 21:26

Tempo di lettura: 2 minuti

Si avvicina a grandi passi la nuova stagione sportiva e man mano che i giorni passano cresce l’attesa per ritornare al calcio giocato. Le Aquile si raduneranno in città da lunedi 17 agosto per effettuare le visite mediche e successivamente nel giro di un paio di giorni voleranno nell’accogliente ritiro di Moccone.

Anche se il calcio mercato aprirà i battenti ufficialmente il 1 settembre per chiudersi poi il 5 ottobre, iniziano a diffondersi le prime indiscrezioni su presunti movimenti in entrata ed in uscita, il tutto condito ed a volte orchestrato da questo o quel procuratore, il gioco ci sta, ed in periodi come questo trovano terreno fertile tra gli addetti all’informazione, giocando anche sul fatto delle caratteristiche ricercate dal tecnico Calabro. Per fare un esempio pratico Manuel Sarao accostato da alcuni organi di informazione al Catanzaro è un profilo che per caratteristiche tecniche si sposa con le esigenze del tecnico giallorosso, ma di fatto, ad oggi, il Catanzaro non lo ha cercato, stesso discorso per Blondet… domani chissà…

Il Catanzaro del presidente Floriano Noto che ha demandato le strategie organizzative e tecniche al duo Foresti-Cerri ha però le idee ben chiare, per l’allestimento della rosa che andrà ad affrontare il campionato 2020-2021 tenendo conto sia dell’aspetto normativo della regola dei 22 over (compresi 8 elementi provenienti dalla Serie A e B in prestito) sia in termini di budget e non per ultimo di formare una rosa competitiva sia dal punto di vista tecnico che caratteriale. Perché per quanto a qualcuno possa sembrare qualcosa fuori dall’ordinario le ambizioni delle Aquile sono quelle di disputare un campionato di vertice.

E qui sia la proprietà che il nuovo staff dirigenziale sono consapevoli di avere tra le mani una rosa che se presa in maniera singolare ha elementi di spessore, ora tocca modellarla ad immagine e somiglianza di Mr Calabro accontentandolo nelle richieste. Si segna una passo in avanti rispetto alle passate gestioni, facendo registrare progressi verso il rispetto di compiti e ruoli ben definiti.

Ritornando alla rosa non è un mistero che su qualche calciatore si sia posato l’occhio di qualche altro club, come nel caso del portiere Di Gennaro, del difensore Martinelli e del centrocampista offensivo Di Livio.

Ma prima di concedere un eventuale foglio di via la triade giallorossa Foresti-Cerri-Calabro intende tutelarsi trovando i degni sostituti, in poche parole non si smantella né per esigenze di bilancio né per il gusto di farlo. E per tale ragione con ogni probabilità al ritiro di Moccone parteciperanno tutti i 21 effettivi sotto contratto (più qualche elemento della Berretti), anche per espressa richiesta di mr Calabro che avrà modo di toccare con mano il materiale a disposizione sia dal punto di vista tecnico che comportamentale. Una valutazione che dovrebbe trovare spazio nell’arco di una settimana solo dopo aver testato di persona Mr Calabro si confronterà con la dirigenza dettando le sue linee guida.

foto: Romana Monteverde tratta dal profilo fb ufficiale dell’U.S. Catanzaro

Commenti da Facebook