Palermo: mercato frenato dalle nuove regole della Lega Pro

scritto il: giovedì, 30 Luglio 2020 - 09:36

Tempo di lettura: 2 minuti

Non sarà un calcio mercato facile per nessuno, puoi chiamarti Catanzaro, Bari, Palermo o Ternana, e lo avevamo focalizzato bene nel nostro servizio https://www.catanzarosport24.it/2020/07/27/ridimensionamento-si-fa-presto-a-dirlo-ecco-come-cambia-il-calciomercato/ di qualche giorno fa.

Fonte: mediagol

Oggi il “Giornale di Sicilia” fa il punto in casa palermo, che punta i riflettori sulla riconferma dei cosiddetti under da parte del club di viale del Fante. “Il rebus sugli under si infittisce e i nuovi regolamenti della Lega Pro non aiutano di certo il Palermo a dissipare i dubbi”. Dopo aver ufficializzato l’ingaggio di Andrea Silipo, il Palermo continua a lavorare per riportare gli altri under in Sicilia a titolo definitivo.

“In questo modo, oltre ad avere degli asset di proprietà, il Palermo può usufruire del premio previsto per la valorizzazione dei giocatori nati dal 1998 in poi. Ad oggi, però, sono rimasti soltanto Silipo e Doda. Gli altri ancora non ci sono e per incassare questo premio è necessario avere tre under in campo senza mai sostituirli (per un totale di 270 minuti). Under da ingaggiare rigorosamente a titolo definitivo, perché per quelli ottenuti in prestito è prevista una seconda lista, quella dei ‘calciatori temporanei’, che prevede otto posti a disposizione per ingaggiare giocatori in prestito dalla Serie A o dalla Serie B”, si legge.

Ma non solo; “con l’introduzione della rosa di 22 elementi di proprietà, in viale del Fante si stanno valutando tutte le ‘manovre’ necessarie per incastrare i pezzi”. Il Palermo, infatti, “che ha già in squadra dieci elementi e di questi può escludere Silipo dall’elenco dei 22, qualora dovesse riportare in Sicilia a titolo definitivo tutti gli under rientrati alla base (Fallani, Peretti, Kraja, Langella e Felici), si ritroverebbe con soli otto ‘slot’ liberi per il mercato, fatti salvi gli altri otto che però andrebbero presi in prestito”, prosegue il noto quotidiano.

Tuttavia, c’è chi potrebbe non fare ritorno: Langella, che ha firmato il rinnovo triennale con il Pisa, potrebbe partire in ritiro proprio con la compagine toscana, mentre per Peretti la situazione resta in fase di stallo.

Commenti da Facebook