Foresti è già un ex e va a Catanzaro. Tifosi in sede ma Durio non c’è

Il quotidiano “La Nazione” edizione siena, analizza l’incrocio Foresti-Siena-Catanzaro

La notizia della possibile, se non probabile (manca ancora l’ufficialità), firma di Diego Foresti come nuovo direttore generale del Catanzaro ha indubbiamente gettato ombre nerissime sul futuro della Robur. L’ex dirigente della Viterbese in prima fila durante tutta la trattativa per l’acquisizione delle quote, aveva infatti già firmato, nelle scorse settimane, un contratto con il Siena indipendentemente da quale sarebbe stata la proprietà. Segno che era parte integrante, come già raccontato nelle scorse settimane, del progetto di FramGroup e determinante anello di congiunzione tra parte amministrativa e parte tecnica. Il possibile approdo di Foresti al Catanzaro in tandem con il ds Cerri, giunto da Monopoli, potrebbe essere confermato anche dalle voci legate a Fabio Gallo come allenatore.

Intanto in città crescono i dubbi dei tifosi per una situazione, quella della Robur che non fa immaginare niente di buono. Nel tardo pomeriggio di ieri una rappresentanza della Curva ha invaso pacificamente la sede del Siena per parlare con il presidente Anna Durio che però non c’era.


Commenti

Una risposta a “Foresti è già un ex e va a Catanzaro. Tifosi in sede ma Durio non c’è”

  1. Avatar Salvatore Panetta
    Salvatore Panetta

    Una dietro l’altra le voci si rincorrono,questo o quel Dirigente,allenatore,ancora tanti i nodi da sciogliere,solo la Società potrà darci delle certezze,ancora è presto ma il fine settimana è alle porte per la tanto attesa conferenza stampa. Con calma è vero,bisogna però fare in fretta a scegliere,il tempo non ha tempo e finire a scegliere tanto per…non va bene e i tifosi già sono mobilitati e in fermento. Non accada come gli altri anni…….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *