La Serie C compie 61 anni

scritto il: lunedì, 13 Luglio 2020 - 07:42

E’ una data importante non solo per la terza serie ma per tutto il calcio italiano. Era il 13 luglio 1959 quando  l’ex dirigente sportivo della Fiorentina Artemio Franchi fondò il terzo campionato professionista o meglia conosciuta come Serie C. La prima riforma del neo campionato di Serie C avvenne nella stagione 1958-19659 ci furono due promozioni e nessuna retrocessione,dalla serie cadetta arrivarono  due squadre mentre 8 squadre furono promosse dalla IV serie (l’attuale Serie D) e vennero inserite inoltre altre 7 squadre ripescate. Nella stagione 1959-1960 fu costituita la Lega Semiprofessionista con sede a Firenze che aveva l’obiettivo di riorganizzare i campionati di Serie C e Serie D,in ogni girone della Serie C prevedeva una promozione in Serie B e 2 retrocessioni in Serie D(a partire dalla stagione 1967- 1968 con le retrocessioni che da 2 diventarono 3 in seguito dell’allargamento della terza serie a 60 squadre)

La prima modifica della Serie C avvenne nella stagione 1967-1968: la Serie C fu allargata a 60 squadre, le squadre vennero divise  in tre gironi da venti squadre ciascuno però il format delle promozioni rimase invariato.

Nel campionato 1977 – 1978 la Serie C fu divisa in due campionati: il campionato di C1 con due gironi a 20 squadre mentre il campionato fu inizialmente di quattro gironi ma poi fu successivamente ridotto a tre nel 1991 e successivamente a  due nel 2011. Il campionato 1977-1978 sancì i seguenti verdetti: la prima di ogni girone fu promossa in Serie B, le squadre piazzate  dal secondo al  dodicesimo furono inserite nel campionato di C1 insieme alle tre squadre che erano state retrocesse dalla Serie B,per un totale di 36 squadre divise in due gironi da 18 squadre, le squadre piazzate dal terzo al tredicesimo posto in classifica costituirono il campionato di C2 insieme alle squadre promosse in Serie D,la C2 fu costituita da 72 squadre che furono suddivise in quattro gironi da 18 squadre

Nella riforma della stagione 1993-1994 nacquero i playoff e playoff e inoltre sempre nella stagione 1993-1994  la Serie C fu  la prima Lega ad introdurre i 3 punti in caso di vittoria(che fu poi applicata nelle altre serie ). Il format playoff 1993-1994 è prevista che si giocassero l’altra promozione in Serie B le squadre piazzate dal secondo al quinto posto con semifinale di andate e ritorno seguendo il format seconda contro quinta e terza contro quarta.  Giocava la semifinale di ritorno la squadra con il miglior posizionamento in classifica durante il campionato, anche in caso di parità in entrambe le sfide di andata passava il turno la squadra con il miglior posizionamento in classifica. La finale si svolgeva in campo neutro e in caso di parità ai fine dei 90 minuti si andava ai calci di rigore

Nella stagione1994-1995  furono introdotti i playoff e i playout anche nella Serie C2 con lo stesso format dell’anno precedente: finale unica in un campo neutro per quanto riguarda i playoff e retrocessione diretta per i playout. Nel 2000 nacque la Supercoppa di Lega Serie C1 riservata alle due squadre vincenti nei due gironi di Serie C1- Nel 2001 la Serie C rivede il format della fase finale dei playoff, che fu disputata al meglio delle due gare di andata e ritorno. Nel 2006 fu istituita la Supercoppa di Lega Serie C2 , trofeo che veniva conteso dalle tre squadre che hanno vinto i tre gironi della Serie C2.

Nel 2008 la Serie C cambia nome e diventa Lega Italiana Professionistica (meglio conosciuta come Legapro)e fu il primo passo del rinnovamento del campionato di terza serie.

Il 21 novembre 2012 il Consiglio Federale della Figc ha approvato la riforma dei campionati che fu applicata dalla stagione 2014-2015 e che prevedeva la riduzione da 69 a 60 squadre in terza serie.

Nella stagione 2013-2014 ci fu un format eccezionale: nel campionato di prima divisione non fu prevista nessuna retrocessione, le ventinove squadre  non promosse nella serie cadetta sono state ammesse al nuovo campionato, i playoff furono riservati dalla seconda alla nona classificata, con le gare dei quarti di finale in casa della miglior squadra piazzata mentre le semifinale e la finale furono andata e ritorno. Nel campionato di seconda divisione furono retrocesse 18 squadre in Serie D a fronte delle 9 della stagione precedente,con le ultime squadre di ogni girone furono retrocesse direttamente mentre le altre 3 furono retrocesse tramite i playout. Le 18 squadre furono successivamente ammesse al nuovo campionato e non essendosi il vantaggio nel classificarsi nelle prime posizioni, per salvare l’onorabilità e la competitività del campionato ogni società di seconda divisione ricevette una somma di denaro.

Nel 2014 la Lega Pro torna a diventare una Lega unica e così furono eliminati i campionati di C1 e C2. Il 25 maggio 2017 l’assemblea di Legapro decide all’unanimità il ritorno al nome originario “Serie C”

Ieri come oggi cara Serie C goal e spettacolo non mancano, ma con i nuovi strumenti tecnologici sta sostituendo (seppur parzialmente) gli arbitri e le nostre coscienze che raffreddano(un po) la nostra passione per lo sport più bello al mondo. Buon compleanno Serie C!

Commenti da Facebook