Esclusiva – Braglia: “io ad Avellino? “Non c’è nulla di vero”. E sul Catanzaro…

scritto il: domenica, 12 Luglio 2020 - 19:49

Tempo di lettura: 2 minuti

Tra i racconti romantici passati alla storia c’è  anche la firma di Gabriele D’Annunzio, che in questo verso descrive bene cosa rappresenta “il voler stare insieme tra due persone che si vogliono” a tutti i costi: “Saremo felici o saremo tristi, che importa? Saremo l’uno accanto all’altra. E questo deve essere, questo è l’essenziale”.

Con chi sarà felice Piero Braglia che con l’ex (?) Gaetano Auteri è tra gli allenatori più corteggiati dai club di Serie C? Andrà ad Avellino, o verrà al Catanzaro? E se tra i due litiganti a goderne fosse un terzo club? Ma soprattutto ci sono mai stati i due litiganti, Catanzaro ed Avellino a contenderselo?

Facciamo chiarezza interpellando direttamente il tecnico toscano.

Mister Braglia, l’hastag #esperienza con l’immagine della panchina pubblicato sul canale ufficiale facebook dell’Avellino ha acceso l’entusiasmo della tifoseria irpina che l’ha collegato ad una sua probabile ufficializzazione sulla panchina biancoverde ed allo stesso tempo ha gettato nello sconforto molti sostenitori giallorossi che vedono sfumare un suo ritorno sui Tre Colli, dobbiamo congratularci con lei per il nuovo incarico ad Avellino?

“Io al momento sono a casa mia, e penso che ci rimarrò anche domani, ed i giorni a venire finchè le chiacchiere non si trasformano in concretezza”

Ci sta dicendo che non va ad Avellino?

“Certo, come potrei andarci se ad oggi non ho ricevuto nessuna proposta concreta? Se il presidente dell’Avellino D’Agostino questa sera dovesse chiamarmi non avrei problemi ad andare ad incontrarlo domani, ad oggi le posso dire che leggo e sento che il mio passaggio ai biancoverdi sia cosa fatta ma non è affatto vero. La verità è che al momento c’è poca cosa, ho fatto solo una chiacchierata con un dirigente avellinese, cose che nel calcio sono normali soprattutto in questo periodo dove i club iniziano a sondare il terreno per la prossima stagione”.

Oltre a riconoscere la sua grande professionalità come tecnico, le riconosciamo anche di essere una persona che bada alla sostanza e non si perde in fronzoli e frasi fatte. Ci dica con sincerità se esiste una trattativa con il Catanzaro.

“Ecco bravo, dico le cose per come sono, non c’è nessuna trattativa con il Catanzaro, anche in questo caso c’è stata una chiacchierata con Pasquale Logiudice, che sento di tanto in tanto per la nostra vecchia amicizia, che poi questo abbia dato adito ad ipotizzare un mio ritorno sulla panchina del Catanzaro è solo frutto della fantasia. Di certo non la mia fantasia”.

Ci riserviamo di pubblicare in serata la chiusura dell’intervento che Piero Braglia ha rilasciato in esclusiva a Catanzarosport24.it con un interessante approfondimento  sulla situazione in casa Catanzaro.

Commenti da Facebook