Macario e Di Gennaro, coppia giallorossa!

scritto il: mercoledì, 08 Luglio 2020 - 20:13

Tempo di lettura: 2 minuti

Mi trovavo in un noto lido della costa jonica, circa un anno fa, quando qualcuno mi ha fatto notare il nuovo e talentuoso portiere giallorosso: Raffaele Di Gennaro, scuola Inter, presumibilmente rientrato dal ritiro, pranzava in assoluto relax a pochi metri da me.

Lo accompagnava una bellissima ragazza, bruna, sguardo intenso e profondo che col tempo ho saputo essere la moglie, di nome Stefania, Macario di cognome, una laurea in ostetricia conseguita con il massimo dei voti. L’esordio del portierone giallorosso, aveva lasciato ben sperare, ma un brutto infortunio ad inizio anno e l’emergenza Covid 19, hanno impedito che i tifosi giallorossi potessero continuare ad apprezzare le doti del giovane Di Gennaro, che da subito ha dimostrato grandi capacità, forte personalità ed indubbio attaccamento ai colori giallorossi.

Invece è arrivato il lockdown: ha ridisegnato l’esistenza di ognuno di noi, ci ha resi più uniti e responsabili, ci ha obbligato a stare a casa, e nello stesso tempo ci ha accompagnato nelle case di artisti, sportivi, ma anche gente comune, realizzando un unico intento e cioè resistere e reagire ad un nemico invisibile, anche se pericoloso come nessuno mai prima. Nessuno si è risparmiato, in molti hanno condiviso col pubblico la propria quotidianità e anche i DI Gennaro non sono stati da meno; abbiamo scoperto che hanno trascorso la Pasqua in isolamento nella magnifica baia di Caminia, che Raffaele ha continuato ad allenarsi, mentre la signora ha apprezzato la mitezza del clima calabro, e spulciando sul profilo Fcb del calciatore, abbiamo compreso che la coppia è legata da un sentimento molto forte, cementato da un matrimonio alle Maldive, anche se lo stesso calciatore ha tranquillizzato i fans della bella moglie, affermando che la suddetta cerimonia “non ha valore legale”.

Mi sarebbe piaciuto chiedere a Stefania che emozione si prova ad essere la compagna di vita di un uomo che ha scelto il calcio come professione, quali gli interessi comuni e quali, invece, quelli non comuni, e soprattutto, come si riesca a gestire una vita privata quando si è “seguiti” da decine di migliaia di followers sui social, sui quali si finisce per rappresentare ogni singolo istante della propria vita. Avrei voluto, inoltre, potere scrivere con assoluta certezza che il vecchio adagio “dietro ad un grande uomo c’è sempre una grande donna”, ancora una volta aveva trovato piena e concreta veridicità, ma mi sono dovuta accontentare di entrare, spero senza invadere, nella vita di questi 2 ragazzi che, sebbene molto giovani, mostrano e dimostrano la propria compostezza, e soprattutto una grande maturità ed equilibrio.  

Commenti da Facebook