La Calabria dona il sangue per l'Italia con Avis

Ogni giorno si susseguono elogi a un popolo che in via metaforica, e purtroppo anche letterale, sta spendendo ogni goccia di vita per soccorrere il paese durante l'emergenza del nuovo Coronavirus.
23.03.2020 15:09 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
La Calabria dona il sangue per l'Italia con Avis

Ogni giorno si susseguono elogi a un popolo che in via metaforica, e purtroppo anche letterale, sta spendendo ogni goccia di vita per soccorrere il paese durante l'emergenza del nuovo Coronavirus.

Una piaga che ha raggiunto numeri record in Italia rispetto al mondo intero. Proprio in funzione di questa crisi dichiarata in cui versa la nazione, nelle regioni più colpite, le donazioni da parte di politici e personaggi noti sono state quanto meno generose.

Il Sud non resta mai indietro quando è il momento di entrare in campo nella donazione, certo ognuno con le proprie "forze" e la Calabria ha dato prova nei piccoli e grandi imprenditori locali di non rimanere a guardare.

Ma c'è un dato che bisogna monitorare e soccorrere: La donazione del sangue. 

WebOggi si fa  portatore di una causa da diffondere in tutto il territorio regionale. Attraverso le piattaforme di CzPrima.it , CatanzaroSport24. it e WebOggi. it , abbiamo proposto all'AVIS che ringraziamo profondamente per avercelo concesso, di poter tenere alta l'attenzione sulla donazione del sangue.

Ora più che mai ognuno può fare la sua parte, sia nella tutela dell'altro sia nel soccorso di chi continua a lottare. La donazione del sangue è tra i motivi che giustificano la "necessità" e AVIS concede e raccomanda la prenotazione per effettuare la donazione, procedimento che ridurrà i tempi di uscita e permanenza fuori da casa. La donazione del sangue permetterà al motore del soccorso di non rallentare quando tutto si è dovuto fermare.

Inoltre, per chi dona abitualmente, è superlfuo ricordare che il procedimento avviene nelle massime norme di sicurezza e che non comporta alcun rischio per la salute.

Siamo sicuri che la Calabria non sia ricca come altre regioni, ma siamo altrettanto sicuri che è una regione abituata a fare di necessità virtù. Non abbiamo bisogno di uscire e non dobbiamo farlo per una miriade di motivi, il più importante è la tutela dei nostri cari e degli altri soggetti più deboli.

Per lo stesso motivo però, per il soccorso ai deboli, possiamo fare una telefonata. Prenotare la nostra donazione o chiedere informazioni sulla donazione. 

L'Avis e il bisogno non si fermano, non rallentiamo la vita. Accelleriamo l'aiuto, ora che il paese ne ha bisogno, il nostro sangue può fare molto. Doniamolo. Grazie