Tifosi giallorossi delusi da squadra e società

 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 1434 volte
© foto di Alessandro Mazza
Tifosi giallorossi delusi da squadra e società

Abbiamo toccato il fondo ma lo sapevamo, lo disse Mister Erra quest'estate, questa squadra è scarsa, non adatta alla categoria, lo dissero i giornalisti e gli addetti ai lavori, lo dissero i tifosi a gran voce, tutti sapevamo ma la società di mister Gicos nulla ha fatto per riemergere dai bassi fondi e, di conseguenza è la società ad uscire sconfitta è la società ad aver toccato il fondo, non certo i tifosi, la città che hanno una storia da raccontare non solo per tradizione e cultura. I responsabili della disfatta come sappiamo, sono due, il DS e il Presidente per aver costruito una squadra scarsa e senza personalità, saranno pure dei buoni calciatori, per carità, ma senza anima. Senza anima dov'è il corpo? In tutte le conferenze stampa dicevano dobbiamo fare questo o quello, ci possiamo salvare, fatti e non parole, ed i fatti si vedono sul campo con grinta e determinazione. Caro Presidente ora che farà visto che Lei non è abituato a perdere ma si ritrova in fondo alla classifica e vale come una sconfitta, quindi ha perso, mi auguro che possa fare il mea culpa, tornare tra la gente, tra i tifosi che hanno avuto fiducia in Lei ma che li ha ripagati con questa amarezza.è riuscito a far fallire il calcio a Catanzaro, ed allora, non crede che ha fallito anche il suo progetto? Non crede che ha fallito la sua società calcio? Ma le sue ambizioni quali sono? Essere il Presidente di una società comporta tanti impegni e Lei lo sa bene, ma non vuole prenderne atto.
Penso che sia arrivato il momento di consegnare la società al Sindaco, anche se la politica è stata assente, almeno ricominceremo con un altro modo di intendere il calcio e si spera con un presidente catanzarese che ha voglia di donare ai tifosi e alla città la gloria e il rispetto che meritano.

Salvatore Panetta

------

La matematica, ove se ne sentisse ancora la necessità, ha certificato  “l’ingresso trionfale" negli spareggi per non retrocedere. Allo stato difettano oggettivamente i presupposti per affrontarli e vincerli con grinta e determinazione; perché si vince in campo con i fatti e non a parole; si vince con la testa e la volontà. Ed allora, per portare a casa la salvezza bisogna  agire con polso verso gli indossatori del giallorosso, operando una selezione degli idonei che vogliono raggiungere la permanenza, perché a Vibo si è  già visto cosa è accaduto, con la “carovana” dei tifosi al seguito , per dare sostegno e a Vibo daranno l’anima sino all’ultimo secondo.  E’ necessario, nei pochi giorni  rimanenti, creare un minimo  di coesione tra gli idonei e congedare gli altri da subito. Agire con fermezza, prima che sia troppo tardi.

Felice Bruni - Catanzaro

-----

​Vi ricordiamo che questa rubrica è interamente dedicata alle opinioni, i saluti, gli auguri dei tifosi dell'Us Catanzaro 1929. Tutti coloro che vorranno essere "protagonisti" per un giorno sul nostro portale potranno inviare una mail a redazione@catanzarosport24.it