Procopio: "Il Catanzaro deve cercare nuovamente la continuità dei risultati"

28.02.2020 20:08 di Mattia Dalmazio   Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
© foto di Alessandro Mazza
Procopio: "Il Catanzaro deve cercare nuovamente la continuità dei risultati"

L'esperienza sulla panchina dell'Agropoli in Serie D è terminata da poco con le dimissioni ed ora mister Gianluca Procopio si diletta seguendo le sfide di Serie C, come il derby del 'Ceravolo' disputato in infrasettimanale:

Ad Agropoli c'era una situazione molto complicata, sono abituato alla sofferenza e avevo accettato consapevole di tutto ciò e con le rassicurazioni che a dicembre tutto si sarebbe risolto - ha spiegato il tecnico ai microfoni di TuttoC.com, - invece si è andati oltre ogni limite. In questi casi ci vuole anche dignità per la professione che si sta svolgendo, c'erano situazioni che andavano oltre il calcio, ma serve tutto come esperienza. Mercoledì - ha quindi proseguito - ho invece deciso di godermi il derby tra Catanzaro e Reggina e posso dire che la Reggina è una squadra forte ed esperta, ma il Catanzaro ha fatto una buona partita e il pareggio sarebbe stato il risultato più giusto".

Un risultato - unito a quelli degli avversari - che ha fatto volare la Reggina a +10.
"In realtà la Reggina ha creato solo un paio di occasioni, però è stata abbastanza cinica da fare gol. Penso che sarà difficile a questo punto per chi sta dietro poter scalzare il suo dominio. Secondo me è impensabile che la Reggina possa farsi sfuggire la promozione. Ma nei playoff sarà dura con Bari, Ternana, Potenza e lo stesso Catanzaro: tutte squadre che se la giocheranno fino alla fine".

Il Catanzaro aveva avuto questa impennata grazie al ritorno di Auteri, poi cosa è successo?
"Il ritorno di Auteri aveva portato a un tris di successi di fila, poi c'è stato quella brutta sconfitta col Francavilla. Mercoledì però hanno fatto una buona partita. Devono cercare nuovamente la continuità di risultati: domenica andranno a Potenza e sarà un altro difficile banco di prova".

In questo momento è un po' difficile invece parlare degli altri due gironi, a causa del rinvio delle gare dovuto all'emergenza Coronavirus...
"Però posso dire che nel Girone B c'è una lotta tra il Vicenza e la Reggiana. Non vedo altre squadre che possano contendersi la vetta, forse il Carpi ma secondo me Vicenza e Reggiana hanno qualcosa in più. C'è invece la delusione del Padova: hanno cambiato anche l'allenatore perché non è facile la Lega Pro, soprattutto quest'anno nel B".

Per quanto riguarda il Girone A invece il Monza fa storia a sé.
"Che noia (ride, ndr). Non penso che il Monza possa perdere il campionato. Però c'è la Carrarese che giocherà fino alla fine per il secondo posto, poi Renate e Pontedera, ma anche il Siena. Ma oramai il Monza ha una fetta e mezzo di Serie B in tasca".

E ai playoff quindi punterebbe più sulle squadre del Girone C?
"Secondo me sì. Prevedo una seconda promozione proveniente da quel girone, anche se nel calcio mai dire mai. Ma sulla carta le squadre da me già citate - Bari, Ternana, Catanzaro, Potenza e aggiungo anche il Monopoli che è da tenere sott'occhio - saranno quelle più temibili e che potranno riuscire ad ottenere l'obiettivo".