Reggina - Catania, Lo Monaco imbufalito "derubati due volte. Questo è un campo da terzo mondo"

 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 1649 volte
Fonte: tuttomercatoweb.com
© foto di Federico De Luca
Reggina - Catania, Lo Monaco imbufalito "derubati due volte. Questo è un campo da terzo mondo"

Pareggio amaro per il Catania, che esce dal campo della Reggina con un 1-1. E nel post-partita arriva un'amara scoperta: il furto negli spogliatoi. Assieme alle parole dure di Pietro Lo Monaco, amministratore delegato degli etnei che, come riportato da itasportpress.it, ha tuonato nei confronti dell'organizzazione della partita: "Non è possibile organizzare eventi sportivi in questa struttura fatiscente. Il campo è di patate e siamo stati fortemente penalizzati visto che avremmo sovrastato gli avversari con la nostra qualità tecnica e invece andiamo a casa con un pareggio che ci sta strettissimo. Ho mandato le foto del manto erboso al presidente della Lega Pro, Gabriele Gravina prima della partita e spero che si renda conto che il Catania è doppiamente penalizzato, sia dal calendario assurdo e anche per due trasferte consecutive su terreni di gioco pessimi. Come si fa a far disputare una gara di terza serie su un terreno così dissestato, roba da terzo mondo. Al danno anche la beffa del furto di rolex, carte di credito, smartphone e persino la fede nuziale a Marco Biagianti, povero ragazzo che dispiacere che ha avuto. Evidentemente non ha funzionato il sistema di sicurezza visto che è inconcepibile che i ladri possano fare accesso durante una gara di calcio nello spogliatoio. C'è una responsabilità chiara da parte di chi doveva provvedere alla nostra sicurezza".