Il Catanzaro a Catania senza paura

 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 1921 volte
Davide Dionigi
© foto di Tommaso Sabino/TuttoLegaPro.com
Davide Dionigi

Il ritrovato successo (mancava da cinque turni) del Catanzaro contro il forte Monopoli ha avuto la capacità di rasserenare molto l’ambiente dopo l’inopinata sconfitta con la Virtus Francavilla. La vittoria nel turno infrasettimanale, tra l’altro, è anche la prima da quando sulla panchina delle aquile è arrivato Davide Dionigi. Il campionato, però, non si ferma. Messa subito in archivio la positiva prova contro i bianco verdi pugliesi, la testa è già alla prossima sfida. Un match veramente complicato poiché  il Catanzaro andrà a fare visita al Catania degli ex Russotto, Pisseri, Bucolo ed Esposito. Gli etnei sono una delle principali candidate, insieme a Lecce e Trapani, alla vittoria del campionato.

LA VICE CAPOLISTA

La compagine guidata da mister Lucarelli ha un ruolino di marcia quasi da primato: 8 vittorie, 1 pareggio e 3 sconfitte. I rosso azzurri con ventidue reti all’attivo hanno l’attacco più forte del girone C, mentre hanno subìto solo 9 reti e sono la terza, dopo Monopoli e Trapani, miglior difesa del torneo. Il Catania, al momento, è al secondo posto in classifica con 25 punti, 5 in meno della capolista Lecce. Tuttavia, rispetto ai salentini, gli etnei all’ottava giornata si sono fermati per il turno di riposo disputando così una partita in meno. Inutile dire che Ripa e compagni contro il Catanzaro vorranno continuare a vincere per rimanere sulla scia dei pugliesi. Nell’ultimo incontro, al Marcello Torre di Pagani, hanno strapazzato la Paganese battendola per 5 a 2. Una vittoria roboante arrivata dopo il 4 a 1 casalingo contro il Bisceglie. Nove reti in due partite fanno capire che, soprattutto in avanti, il Catania è una squadra temibilissima.

LE BUONE NOTIZIE

Ma il Catanzaro da parte sua, rasserenato dal successo contro il Monopoli, ha gli uomini e le capacità per far male agli etnei. Proprio per le caratteristiche tecniche della squadra di mister Dionigi, quella del “Massimino” potrebbe essere una gara che, alla fine, potrebbe regalare sorprese. I giallorossi, che nel frattempo stanno recuperando gli infortunati delle ultime settimane, possono colpire il Catania grazie alle veloci ripartenze di cui sono capaci. Inoltre, i possibili rientri a centrocampo di Maita e Van Ransbeeck non solo darebbero ulteriore qualità nella zona nevralgica ma garantirebbero maggiore filtro alla difesa. Ma le buone notizie per Dionigi non finiscono qui, tra gli arruolabili potrebbero esserci anche Spighi, Anastasi e Cunzi. Unico indisponibile sarà, invece, lo squalificato Onescu. A Catania, quindi, il Catanzaro non partirà battuto e il buon lavoro, soprattutto sul piano della preparazione fisica, potrebbe continuare a dare buoni frutti.