Catanzaro ora non puoi più sbagliare

Febbraio sarà decisivo per le sorti della compagine giallorossa
02.02.2017 00:01 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessandro Mazza
Catanzaro ora non puoi più sbagliare

Dopo la fallimentare campagna acquisti estiva, il Catanzaro targato Antonello Preiti è stato costretto a rivedere gli obiettivi iniziali (leggi play-off) e correre ai ripari puntellando tutti i reparti. Nella sessione invernale di calciomercato sono arrivati 7 giocatori: il portiere Svedkauskas (Roma), i difensori Sirri (Arezzo) e Zanini (Akragas), il centrocampista Pagano (ritornato alla base da Potenza), gli esterni offensivi Cedric (Roma) e Mancosu (Lupa Roma) e l’attaccante Gomez (Akragas). I nuovi acquisti vanno a reintegrare la rosa che dall’inizio del campionato ad oggi ha visto partire: Joao Francisco (Sao Bernardo), Roselli (Castelvetro), Di Bari (Rieti), Moccia (Bisceglie), Baccolo (Teramo), Tavares (Catania), Grandi (Latina). Una vera e propria rivoluzione che deve portare sin da subito i frutti sperati.

FEBBRAIO DECISIVO

Il Catanzaro, nonostante la serie positiva di 6 risultati utili (1 vittoria e 5 pareggi), interrotta bruscamente dalla capolista Lecce, ha bisogno di punti pesanti e le prossime partite saranno decisive. Paganese, Messina, Akragas e Taranto sono tutti scontri diretti. Tre trasferte e un solo match casalingo contro la compagine agrigentina. I ragazzi di mister Zavettieri, finora, non hanno mai vinto lontano dal “Ceravolo”. Occorre, quindi, invertire sin dalla prossima partita la rotta. Diciotto punti in classifica sono pochi. Un azzardo chiudere le trattative più importanti del calciomercato l’ultimo giorno utile, ma così è stato. Ora, però, non ci sono più scusanti: il Catanzaro deve risalire la china. Paganese, Messina e Akragas non stanno vivendo periodi societari felici ma non bisogna cullarsi.

ROSA AL COMPLETO

Nunzio Zavettieri ha una rosa completa in tutti i reparti. Un organico che, oltre ai nuovi arrivati, ha visto rientrare alla base Nicholas Bensaja. Il calciatore, di proprietà del Pescara, è ancora un tesserato del Catanzaro. Inoltre, Imperio Carcione rimane a tutti gli effetti un giocatore giallorosso. Due pedine in "più" sulle quali poter contare. Da adesso in avanti il campo sarà il giudice supremo. L’augurio di tutti è che questa volta Antonello Preiti abbia fatto le cose per bene, altrimenti saranno dolori.