Catanzaro è tempo di iniziare a correre

16.09.2016 10:48 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessandro Mazza
Catanzaro è tempo di iniziare a correre

Catanzaro sei sulla buona strada, nonostante la sconfitta di Lecce, nonostante il passivo (bugiardo), nonostante tutto al “Via del Mare” si è vista una squadra viva, capace per settantacinque minuti di tenere in apprensione la capolista. Peccato per il gol subìto nel primo quarto d’ora della gara. Ancora c’è da lavorare sui piazzamenti e su alcuni movimenti, ma Mario Somma è al timone delle aquile da poco più di due settimane, troppo poco tempo per poter pretendere la “perfezione” da Grandi e compagni. Tante, quindi, le note positive che compensano qualche stonatura.

Tra i motivi per cui bisogna essere soddisfatti c’è l’approccio alla gara. I giallorossi hanno giocato a viso aperto, non hanno dimostrato alcun timore reverenziale al cospetto di una compagine che con il duo Torromino – Caturano ha un attacco stellare ed è stata costruita per vincere il campionato. Peccato per i movimenti non proprio perfetti di Rosselli prima e di Prestia dopo che hanno in qualche modo lasciato al reparto avanzato del Lecce vita facile in occasione del primo gol.  Proprio la rete subita al primo vero affondo ha, in qualche modo, condizionato la gara. Il Catanzaro ha reagito e lo ha fatto con ordine e raziocinio, è mancata “soltanto” la zampata vincente.

Non vogliamo certamente sparare sui singoli. Ma certe occasioni, come quella di Cunzi nella prima frazione di gioco, non si possono sprecare. Bisogna essere più cinici e freddi sottoporta. Quando giochi con squadre come il Lecce se non segni, alla fine, le prendi. E così è stato. Mario Somma dovrà, certamente, chiedere ai suoi di essere spietati: pochi fronzoli e tanta sostanza. Certo anche la sfortuna ha fatto la sua parte, perché se Bleve non compie il miracolo su Tavares nel secondo tempo, magari avremmo commentato un’altra partita, un altro risultato. Ora però non bisogna piangersi addosso. Non c’è tempo.

Domenica arriva la Paganese e subito dopo si tornerà a giocare in casa con il Messina. Due partite alla portata. Il Catanzaro ha necessita di fare risultato. Di rendere più gradevole la classifica. La gara di Lecce serva da lezione: bisogna pensare al sodo. Da oggi in avanti potrebbe iniziare, finalmente, il nuovo campionato del Catanzaro. La strada è tracciata, bisogna iniziare a correre...