Viterbese al Ceravolo: meglio tardi che mai!

30.04.2019 10:32 di Stefano Crisafulli   Vedi letture
Viterbese al Ceravolo: meglio tardi che mai!

Dopo l’amara sconfitta di domenica al “Nicola De Simone” 1-0 contro il Siracusa, il Catanzaro torna in campo domani alle 14:30 in vista della partita casalinga contro la Viterbese per il recupero della 16esima giornata di andata, non disputata nel dicembre scorso a causa della concomitanza di un'udienza nell'ambito del maxi processo "Stige” contro la ‘ndrangheta, con la maggior parte delle forze dell’ordine impegnate per garantire la sicurezza in tribunale e nell’aula bunker situata proprio nei pressi del “Ceravolo”. La squadra laziale si trova al dodicesimo posto in classifica, fuori al momento dalla zona playoff. Ha conquistato 45 punti su 34 partite disputate, frutto di 12 vittorie, 9 pareggi e 13 sconfitte con 39 reti all’attivo e 41 al passivo. Fuori casa i gialloblu hanno ottenuto 18 punti in virtù delle 5 vittorie, dei 3 pareggi e delle 8 sconfitte, con 14 reti realizzate e 20 subìte. Gli uomini di mister Calabro vengono da 3 sconfitte consecutive in campionato, l’ultima domenica scorsa in casa contro il Rende per 3-1. Catanzaro e Viterbese in totale si sono affrontante solamente in tre stagioni oltre quella di quest’anno (annate 1995/1996, 1996/1997 e 2003/2004), quindi per 7 volte; ben 4 le vittorie laziali, 2 pareggi ed una sola affermazione giallorossa. Gialloblu in vantaggio anche per reti segnate, 12 gol a 7. Al Ceravolo nei 3 precedenti incontri perfetta parità, una vittoria giallorossa 1-0 nel 1996, una gialloblu 2-0 nel 1997 ed un pareggio 1-1 nel 2004. La gara di ritorno è stata giocata al “Rocchi” poco più di due settimane fa ed è terminata con un rocambolesco 2-2. Il Catanzaro dopo essere andato in vantaggio per 2-0 grazie alle reti di Fischnaller e D'Ursi è stato poi rimontato dal gol di Polidori su rigore e da un colpo di testa a tempo scaduto di Atanasov. Mister Calabro per la sfida di domani dovrà fare a meno dello squalificato Tsonev e potrebbe far riposare qualche elemento importante della rosa, in vista del fondamentale ritorno della finale di Coppa Italia di Serie C fra una settimana contro il Monza di Berlusconi al “Rocchi”, dopo che all’andata al “Brianteo” la squadra lombarda si è imposta 2-1. La vittoria della kermesse nazionale, infatti, comporterebbe, per la squadra del presidente Camilli, l’accesso diretto alla fase nazionale dei playoff. Come modulo, dovrebbe essere confermato il 3-5-2, con in porta Valentini; linea difensiva formata da Atanasov, Rinaldi e Coda; a centrocampo Palermo, Damiani e Cenciarelli; sulle fasce l’ex giallorosso De Giorgi a destra e Mignanelli a sinistra; in attacco il duo composto da Polidori e Vandeputte. Arbitro dell'incontro il signor Meleleo di Casarano.