Novellino alla vigilia del match col Catanzaro "il Catania deve ritrovarsi mentalmente"

09.03.2019 16:04 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
Fonte: newscatania.com
© foto di Federico Gaetano
Novellino alla vigilia del match col Catanzaro "il Catania deve ritrovarsi mentalmente"

Si è conclusa da poco la conferenza pre-gara di mister Novellino. Alla vigilia della trasferta di Catanzaro, il tecnico etneo ha analizzato diversi temi con i giornalisti presenti nella sala stampa di Torre del Grifo. Ecco le sue dichiarazioni:

“Sicuramente il Catanzaro è una squadra molto ben organizzata, allenata da un tecnico molto bravo in questa categoria come Auteri e lo sta dimostrando. Domani dobbiamo fare la nostra partita. Credo che la nostra prestazione di domenica sia stata positiva. Affrontiamo una squadra forte, ma credo che siamo forti pure noi. Credo che il Catania ha bisogno solo di ritrovarsi mentalmente, i giocatori sono buoni, sta a me dargli un determinato modo di pensare. In settimana abbiamo lavorato su tante cose, sono convinto che domani possiamo fare una buona gara. I giocatori sanno che la piazza di Catania è esigente. Di Piazza deve stare un pochino più attento. Al di là della mentalità, credo che sia importante dargli delle giocate prestabilite, che gli permettano di esprimersi al meglio. Manneh è un buon giocatore senza dubbio, in determinati momenti ti spacca la partita, anche tatticamente deve migliorare come in tante altre cose. Sugli assenti? Ci sono gli squalificati, Sarno sta lavorando a parte, il resto della squadra credo che stia bene. Credo che, al di là del Catanzaro, devo pensare alla mia squadra, dando delle certezze. Siamo consapevoli della forza delle squadre davanti. Secondo me le gare contro Catanzaro e Juve Stabia arrivano nel momento giusto, senza dimenticarci della Reggina. Bardini è arrivato da poco e non è a posto fisicamente, sono convinto che è buon portiere ma non è ancora pronto. Diamo fiducia a Pisseri. La critica deve essere una cosa positiva, sono sicuro che anche leggendo i social una persona si fa un esame di coscienza. Ho molta stima e rispetto degli altri, ma io devo pensare a come fare giocare i miei. Angiulli è un giocatore che può fare la mezzala, nell’ultima partita l’ho messo nella posizione di trequartista per avere maggiore copertura”.