Il Racing Fondi non digerisce la sconfitta "arbitraggio insufficiente e palesemente condizionato dall’ambiente circostante"

 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 2136 volte
Il Racing Fondi non digerisce la sconfitta "arbitraggio insufficiente e palesemente condizionato dall’ambiente circostante"

Il Racing Fondi non ha digerito la sconfitta rimediata al "Nicola Ceravolo". I laziali, dopo sette risultati utili consecutivi, sono stati ridimensionati da un buon Catanzaro. Tuttavia la società rossoblu ha addebitato la sconfitta più che ai meriti dei ragazzi di mister Dionigi alla conduzione di gara del sig. Zufferli di Udine. Sembra quasi eccessivo il commento dei Pontini sulla propria pagina Facebook, visto che al di là di due tiri dalla distanza (uno per tempo) Nordi non è mai stato chiamato in causa con i padroni di casa che, specie nel primo tempo, hanno giocato una gara perfetta. Nel secondo tempo, invece, il Catanzaro ha giocato di rimessa tentando di far "abbassare" il ritmo partita della compagine ospite, nonostante tutto, l'occasione da rete più nitida della ripresa l'hanno avuta i giallorossi con Kanis che, a tu per tu con Elezaj, nel finale di gara, non è riuscito a raddoppiare.

Qui di seguito i commenti sulla gara da parte del Racing Fondi:

"Esce battuta immeritatamente dal campo la squadra di Mr Mattei , che non sapeva darsi pace nello spogliatoio del Ceravolo per il risultato finale . 
Un arbitraggio insufficiente e palesemente condizionato dall’ambiente circostante, non ha permesso ai pontini di sviluppare il loro consueto fraseggio di gioco. 
Il sig. Zufferli , rivelatosi inadeguato, ha tollerato per tutta la gara, senza prendere drastici provvedimenti, continue interruzioni, con inevitabili e lunghissime perdite di tempo, a scapito di uno scarsissimo minutaggio di gioco effettivo .
Risultato bugiardo, che non deve però fornire un alibi ai ragazzi del sodalizio rossoblu, già chiamati domenica, tra le mura amiche, ad un immediato riscatto contro l’Akragas!"

E ancora

"Fatica a placarsi , l’amarezza e la rabbia del Presidente Antonio Pezone e di tutta la dirigenza presente oggi al Ceravolo al gran completo, per una sconfitta immeritata, maturata per la scarsa personalità e inadeguatezza mostrata dalla terna arbitrale!"