Bisceglie all'esame Catanzaro

Pugliesi con l'obiettivo di provare a portare a casa punti preziosi in ottica salvezza
01.03.2019 15:59 di Stefano Crisafulli   Vedi letture
Bisceglie all'esame Catanzaro

Da una pugliese all’altra. Dopo aver battuto di misura la scorsa giornata al “Ceravolo” il Monopoli, il Catanzaro torna in campo in vista dell’insidiosa trasferta di Bisceglie. La squadra pugliese si trova al quart’ultimo posto in classifica, in piena lotta per cercare di raggiungere al più presto l’obiettivo della salvezza, evitando così di prolungare la propria stagione nel temibile playout per non retrocedere in serie D.  Gli uomini di mister Vanoli nell’ultimo turno vengono dall’importante pareggio esterno ottenuto contro la rivale Paganese, che però ancora non mette al sicuro i neroazzurrostellati sulla permanenza nell’attuale categoria. Il Bisceglie, a dispetto della posizione occupata in graduatoria, è una squadra che soprattutto in casa sa farsi rispettare. Basti pensare che dei 23 punti ottenuti finora, ben 18 sono stati conquistati tra le mura amiche, dove è uscita vittoriosa e ha imposto il pari rispettivamente a Catania e Trapani. I precedenti tra la squadra pugliese e le aquile giallorosse al “Ventura” di Bisceglie sono in perfetta parità. Sette pareggi (di cui per ben sei volte a reti inviolate) e una vittoria a testa, l’unico successo per i locali risalente al campionato 1992/1993, mentre la sola affermazione della squadra dei tre colli coincide con l’ultima sfida avvenuta sul terreno di gioco dell’impianto di via Carrara Salsello lo scorso campionato, 2-0 il risultato finale, grazie ai gol degli ormai ex giallorossi Letizia e Cunzi. Nel girone d’andata al “Ceravolo” la partita terminò 1-1, vantaggio nerazzurro siglato da De Sena (ceduto a gennaio dalla società pugliese al Renate) e definitivo pareggio della squadra del presidente Noto firmato da Figliomeni. L’allenatore Vanoli, per il match contro i giallorossi di domenica delle 16:30, schiererà la squadra con il 3-5-2 visto finora. In porta spazio al numero 1 neroazzurro Cerofolini, in difesa Maestrelli, Longo e Markic. Il settore centrale potrà nuovamente contare su Parlati, indisponibile nelle ultime due giornate per squalifica, che affiancherà sulla linea mediana Bangu e Risolo in attesa del rientro di un perno fondamentale come Giacomarro, che potrebbe tornare a disposizione dopo oltre un mese, partendo però solo dalla panchina. Sugli esterni di centrocampo agiranno Giron e Triarico, in attacco il duo formato da Jovanovic e Starita. Arbitro dell’incontro il signor Ermanno Feliciani di Teramo.