Situazione Catanzaro calcio, le riflessioni dei tifosi giallorossi

30.10.2019 16:57 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
© foto di Alessandro Mazza
Situazione Catanzaro calcio, le riflessioni dei tifosi giallorossi

Da questa settimana è incominciata l'era di Mister Grassadonia, ha già comunicato alla Società l'acquisto del centrocampista destro Morrone della Salernitana un bel giovanotto scuola Juve e non è poco. A gennaio sicuramente sarà rivoluzione e tanti pupilli andranno a svernare in altri lidi. [...] Certo prima di parlare bisogna verificare, tutti abbiamo bocca per parlare e dire fake news in certi casi la gente parla a vanvera quindi è meglio stare zitti e che sia la Dirigenza a verificare. Un esonero extracalcistico potrebbe anche essere culpa in vigilando? Non verremo mai a sapere, e, comunque, la Società merita rispetto da chicchessia. La tanto sospirata chiarezza della Società è arrivata, aspettiamo anche quella dei calciatori e/o di altri protagonisti  ognuno faccia la sua parte. Tutti allo stadio è tempo di rinascita.

Salvatore Panetta

-----

Sono tra i tifosi più moderati, ho creduto al progetto e forse ci credo ancora, mi chiedo però perché è stata allestita una rosa così ampia ma evidentemente con poca qualità, anche dal punto di vista dell'immagine e degli sponsor avrebbe avuto più senso comprare qualche top player e dei giovani promettenti, anche perché la base già l'avevamo. Perché ad Auteri non è stata data la possibilità di giocarsela con il Bari? Lo spogliatoio era così compromesso? Perché si è preso un allenatore che rappresenta un'incognita?

I continui cambi di Auteri e l'utilizzo insistito di alcuni giocatori erano farina del mister o era una politica imposta dalla società.

Comunque faccio gli auguri al mister perché siamo tutti sulla stessa barca.

Gianpiero Vergata

-----

La situazione ( che ogni tifoso auspica abbia avuto con il Rende la parola fine ) del Catanzaro, per come si è configurata,  contiene tutte le caratteristiche di un copione cinematografico, perché – diversamente – è  proprio difficile da spiegare l’involuzione e regressione di una squadra che ha provocato la “ dipartita “ dell’allenatore Auteri.

E che involge – necessariamente-  valutazioni   circa le condotte e l’impegno  dei calciatori e  la reale volontà di raggiungere degli obiettivi , auspicati dalla tifoseria e programmati dalla dirigenza.

Occorre – a mente fredda- riordinare le idee per un prosieguo rispondente al rango del Catanzaro che non può permettersi  di seguitare nelle figure barbine e consentire ai nani di diventare giganti.

Felice Bruni - Catanzaro

-----

Gentile redazione nella lettera dell'ingegner Noto ai tifosi, c'è un punto molto chiaro:la cifra investita sino ad ora dal presidente. Si parla di una quasi 10 milioni. Ritengo si tratti della cifra che comprenda la somma delle spese nelle tre stagioni (quella in corso è la terza),anche se non è specificato se include o esclude gli incassi per la cessione di d'Ursi, Imperiale, Furina,oltre la seconda rata che l'Uesse doveva incassare per la cessione di Di Chiara dal Perugia.Comunque nella sostanza il presidente ha investito mediamente tre milioni a stagione. Ebbene è ovvio e banale dire che in assoluto sono grosse cifre ma do una notizia al presidente ed ai tifosi che vivono sulla luna, ahimè non bastano,per vincere il campionato. In questi ultimi anni si è spesso sentito dire che per vincere, in un anno serve investire non meno di 7-8 milioni. Certo non è che i tifosi possono imporre alla proprietà di spendere quello che serve ma almeno ai tifosi bisogna parlare chiaramente e non illuderli. Non parliamo più di B, almeno però il Presidente si renda conto che così i soldi investiti sono buttati, e quindi lo inviterei a pensare a qualcosa di diverso nella gestione societaria, si doti magari di un paio di figure professionali valide che riescano ad andare a trovare calciatori giovani e per giovani intendo di 20-22 anni massimo, ed abbia quindi il coraggio di costruire una squadra con dei ragazzi che possano avere dei margini di miglioramento, i calciatori attuali in particolare quelli con età compresa tra 24 e 28 anni margini per migliorare come stiamo vedendo non ne hanno di sicuro. Infine una considerazione  su quanto promesso dagli sponsor e non incassato: il presidente può anche lamentarsi di ciò, però ricordo una sua intervista di tre anni fa dove sosteneva in merito al suo predecessore che si doleva per lo stesso motivo, che per avere gli sponsor bisogna costruire una squadra vincente, e voglio dirgli che questa che abbiamo non lo è di sicuro.

Francesco Miceli

-----

Forza Aquile. Speriamo che il mister abbia la capacita' di riprendere la situazione riguardo il morale dei calciatori. Penso proprio che non sia un buon momento. Mi chiedo perche' far giocare Nicoletti... Credo non abbia lo spessore tecnico per affrontare un campionato come quello  che vuole fare il CZ. E Pinna? perche' lo tiene fuori? Rispetto a Nicoletti ha molto piu'  spessore per affrontare determinati campionati e non e' da poco. Mah!

Poi Figliomeni perche' non viene messo al centro della difesa e Martinelli spostato sulla sinistra, acquisendo maggiore esperienza in difesa? Sono delle riflessioni, secondo me, per rendere la squadra piu' esperta e con piu' spessore tecnico. 

Antonio da Castrovillari

-----

Vi ricordiamo che questa rubrica è interamente dedicata alle opinioni, i saluti, gli auguri dei tifosi dell'Us Catanzaro 1929. Tutti coloro che vorranno essere "protagonisti" per un giorno sul nostro portale potranno inviare una mail a redazione@catanzarosport24.it