L'appello di un tifoso giallorosso della provincia di Crotone "Sabato, tutti allo stadio senza se e senza ma"

 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 2201 volte
© foto di Alessandro Mazza
L'appello di un tifoso giallorosso della provincia di Crotone "Sabato, tutti allo stadio senza se e senza ma"

La sconfitta contro la Reggina  ha maledettamente compromesso  la nostra corsa alla salvezza diretta e quindi probabilmente saremo chiamati a disputare i play out. Stento a crederci, ma purtroppo questa è la triste realtà. Lo scorso 30 aprile, sul traghetto che mi portava a casa da Ischia, ero stanco ma felice per una salvezza strappata con le unghie e con i denti da “undici leoni ” in maglia giallorossa. Al termine della partita, un carabiniere, di chiare origini napoletane, mi domandò “ma che ci fate in serie C ? ”. Era rimasto particolarmente colpito dal calore e dai cori dei tifosi giallorossi che avevano sostenuto la squadra per oltre 90 minuti senza mai fermarsi, nonostante la faticosa trasferta. Non so il perché, ma avevo la certezza, e ripetevo a me stesso, che “una simile situazione non l’avrei mai più vissuta ”. Non l’avessi mai pensato, visto che quest’anno è “andata decisamente peggio” con errori “da matita rossa” su tutti i fronti. Per fortuna nulla è perduto, restano ancora quattro partite ed eventuali spareggi. Ad Ischia noi tifosi siamo stati decisivi riuscendo ad infondere nei nostri calciatori energia e coraggio fino a trascinarli alla vittoria. Perché non riprovarci ? Io in questo momento non ho tempo e  voglia di deprimermi o arrendermi, di pensare ad un Presidente assente, ad un Direttore Sportivo incompetente, ad una Squadra  senza cuore e senza fame, al “Ceravolo” da anni senza “i distinti”, ai voraci “prenditori”, alle vane promesse dei politici di mestiere. Ho soltanto voglia di combattere e di sostenere il mio Catanzaro, il nostro Catanzaro, per la maglia, per i colori, per le gioie ed i dolori che mi ha regalato. Ora o mai più, perché oggi tutto ha ancora un senso mentre un domani senza il Catanzaro avrebbe il sapore amaro di una sconfitta inappellabile. Chi ama veramente il Catanzaro non può tirarsi fuori dalla mischia, non c’è giustificazione che tenga. Abbiamo il dovere morale di fare i tifosi fino all’ultimo secondo dell’ultima partita. Non è tempo di processi, di polemiche, di lacrime. Per queste cose ci sarà tempo ed il tempo sarà galantuomo. Ognuno dovrà assumersi le proprie responsabilità, ma ora è giunto il momento di ritornare ad essere il “dodicesimo uomo in campo”.

 

Antonio Scalise da Petilia Policastro

​-----

​Vi ricordiamo che questa rubrica è interamente dedicata alle opinioni, i saluti, gli auguri dei tifosi dell'Us Catanzaro 1929. Tutti coloro che vorranno essere "protagonisti" per un giorno sul nostro portale potranno inviare una mail a redazione@catanzarosport24.it