Vacca: "Benevento? Nessun rimpianto. A Catanzaro sto benissimo"

25.03.2014 09:28 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 4708 volte
Fonte: tuttolegapro.com
Antonio Vacca
© foto di Dario Fico
Antonio Vacca

Antonio Vacca Junior torna a parlare. Il talentuoso centrocampista, dopo aver rescisso con il Benevento, ha trovato l’accordo con il Catanzaro. Cambia la squadra, ma non i colori. A quelli c’è rimasto affezionato e sono sempre gli stessi: il giallo e il rosso. Domenica la Strega affronterà il Barletta. L’ultima volta non fu positiva per i sanniti che persero 2-0 contro il Lecce. Al Puttilli il Benevento sarà chiamato al riscatto dopo il ko interno contro L’Aquila. L’obiettivo è centrare quei famigerati tre punti lontano dal Vigorito che, ad oggi, non sono ancora arrivati. In vista di Barletta-Benevento ha parlato, ai microfoni di BeneventoCalcio.it, il doppio ex Antonio Vacca: “Seguo ancora il Benevento, ho ancora tanti amici sia in squadra che in città. Ovviamente solo quelli che mi conoscono e non quelli che mi hanno definito in certi modi, non sono quella persona li. Se mi manca Benevento? Non so se a causa dei risultati che stiamo facendo, ma qui a Catanzaro sto benissimo e mi sono ambientato alla grande. Ho conosciuto tante persone eccezionali che, tranne qualcuno, a Benevento non ho mai avuto modo di vedere. Ogni settimana andiamo a casa di un ragazzo di Catanzaro che ci invita sempre a cena per fare gruppo. La Strega come ogni anno ha i suoi alti e bassi, forse più bassi che alti, ma è come se ci fosse una maledizione. Non si spiega che tutti i giocatori che vanno via da lì vincono i campionati, non so il motivo. Il Benevento giocherà i play-off alla pari di tutti gli altri, sulla carta è una delle più forti. Il Barletta? Non ci sono retrocessioni, la società non ha voluto investire tanto nell’organizzare la squadra. E’ una rosa composta da tanti giovani, un po’ come l’anno scorso quando c’ero io. Quando ho visto la maglia biancorossa non ho giocato tanto, ma non do colpa a nessuno. Ho una profonda stima nei confronti dei tifosi pugliesi, nonostante le tante difficoltà continuano a sostenere i giocatori fino al novantesimo. Il Benevento dovrà aspettarsi un ambiente caldo, ci sono tifosi passionali che seguono la squadra al di là del risultato. Sarà una bella partita e ci sarà una buona cornice di pubblico. Il Benevento in crisi di risultati? E’ vero, ma a volte non ti mettono in condizioni di esprimerti al cento per cento e quando le cose vanno male la squadra è circondata da tanta negatività. Evacuo? Lo sento tutte le settimane insieme a Som e tutti gli altri. Felice ha sempre fatto gol, ma ho visto che gli manca da diverse partite. Conoscendolo penso sia un po’ nervoso, ma ha tanta esperienza e in questo rush finale sarà importante. Al Puttilli il Benevento può centrare i tre punti, il Barletta non ha più niente da giocarsi. Tuttavia, conoscendo i miei ex compagni credo che per la Strega non sarà una passeggiata, i biancorossi onoreranno la maglia fino alla fine del campionato”.