Oscar Brevi: "la mia squadra dovrà avere tanta personalità"

Il neo tecnico del Catanzaro galvanizzato di essere arrivato in una piazza calda come quella giallorossa
06.06.2013 14:42 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 2917 volte
Fonte: Alessandro Manfredi
Oscar Brevi: "la mia squadra dovrà avere tanta personalità"

Sara’ sicuramente un protagonista della prossima stagione di Lega Pro con il suo calcio ragionato e capace di imporsi. E’ Oscar Brevi, che da ieri e’ il nuovo allenatore del Catanzaro. Lo abbiamo contattato al telefono per carpire le sue prime sensazioni e per conoscerlo meglio, anche se il suo curriculum di calciatore e di allenatore non lascia dubbi sulle sue qualita’.

Una nuova esperienza per lei nel Catanzaro: quali sono le prime sensazioni dopo la firma del contratto?

Positive. Non ho avuto dubbi nel momento in cui ho ricevuto la proposta dal Catanzaro, soprattutto perche’ ho avuto a che fare da subito con persone serie e ho capito immediatamente di trovarmi di fronte una socieata’ carica, che mi ha dimostrato di avere un progetto chiaro e ambizioso

Al momento dell’accordo sono stati messi sul piatto gli obiettivi stagionali?

E’ presto per dire quali sono gli obiettivi per la nuova stagione, che comunque saranno posti dalla societa’ a breve. Pero’ sono consapevole della mia idea di calcio e su questa costruiro’ la mentalita’ della squadra. C’e’ grande entusiasmo sia da parte della societa’ che da parte mia e gia’ questo e’ un ottimo presupposto per fare bene.

Quale sara’ il Brevi pensiero a Catanzaro?

Al di la’ dei moduli tattici e delle caratteristiche tecniche della squadra, il mio e’ un calcio propositivo, che punta al gioco. La mia squadra deve avere la personalita’ di fare la partita e di costruire i presupposti per portare il risultato a casa. Certo, poi e’ logico che a volte ci si riesce e a volte no, ma soprattutto con l’esperienza fatta a Cremona ho compreso che con il duro lavoro e la convinzione i risultati arrivano.

Giovani ed esperienza. Un mix obbligatorio in Lega Pro. Su cosa puntera’ Brevi?

E’ esattamente questo il mix vincente a mio modo di vedere. Serve equlibrio tra giovani e giocatori d’esperienza perche’ quello di Lega Pro e’ un campionato difficilissimo. Serve l’intelligenza tattica e l’esperienza di chi conosce bene il calcio, ma servono anche l’entusiasmo e la corsa dei giovani per costruire una squadra forte e competitiva.

Ha gia’ parlato di calciomercato con la societa’? Quale identikit dovra’ avere il giocatore ideale di Brevi?

Ho firmato ieri senza confrontarmi ancora sul mercato, ma nei prossimi giorni sicuramente discuteremo con la societa’ di come dovra’ essere costruita la squadra. Cio’ che mi rende soddisfatto ora e’ di aver trovato una societa’ composta da persone molto competenti e sono certo che con questi presupposti potrò lavorare serenamente sulle mie idee. Sull’identikit dei miei giocatori invece non ho particolari esigenze, ma alla base deve esserci entusiasmo e voglia di fare qualunque cosa per la squadra. Per me nel calcio tattica e tecnica hanno il loro peso, ma fondamentale e’ disporre di uomini che nel bene e nel male danno sempre tutto quello che hanno dentro.

Per concludere. A parte gli obiettivi prefissati e la prudenza del caso, cosa promette ai suoi nuovi tifosi?

Prometto solo di metterci tutto l’entusiasmo che ho, tutta la mia voglia e la mia competenza per 24 ore al giorno. Basta questo, perche’ nel calcio poi le promesse spesso vengono smentite dai fatti e quindi e’ meglio non farle, anche perche’ non servono. Daro’ la mia fisionomia alla squadra e cio’ che pretendero’ sara’ la capacita’ di stare sempre sul pezzo.

Lei ha grande esperienza nel calcio, giocatore di A e B ed allenatore che ha gia’ dimostrato di valere. Conosce la piazza calda  di Catanzaro che per passione e fame di successi puo’ considerarsi bollente. Sente la pressione?

No, non sento pressione. Queste piazze le conosco e non mi spaventano. Anzi, nel calcio sono queste le piazze che stimolano e non ho remore a viverle. Quando ho avuto la proposta di allenare il Catanzaro sono stato immediatamente felice di mettermi alla prova. I tifosi amano la squadra e questo mi galvanizza.