Morleo: "La Calabria ha rappresentato la svolta della mia carriera"

Abbiamo intervistato Archimede Morleo terzino del Bologna, ex di Catanzaro e Crotone.
27.03.2013 22:05 di Luca Pagano   Vedi letture
Morleo: "La Calabria ha rappresentato la svolta della mia carriera"

Archimede Morleo ha giocato nel Catanzaro dal 2006 al 2008, nonostante non siano stati due anni esaltanti per la neo Fc Catanzaro, il terzino di Mesagne aveva messo in mostra ottime doti, risultando uno dei migliori in entrambe le stagioni.

Dopo l'esperienza a Catanzaro è passato a Crotone che si è rivelata la decisiva rampa di lancio della sua carriera, che l'ha proiettato poi come perno del Bologna in serie A, facendo segnare dal 2010 fino ad ora 62 presenze.

L'abbiamo raggiunto via telefono e intervistato con qualche breve domanda:

 

- Dopo un inizio difficile, il Bologna ha ripreso a macinare risultati
utili, cosa ti aspetti per questo finale di stagione?

Da questo finale di stagione ci aspettiamo innanzitutto di ottenere la
salvezza matematica. Ancora non è fatta, bisogna arrivare al più presto
a quota 40. Una volta raggiunta quella quota cercheremo di confermare il
buon finale dello scorso anno. Sarebbe un grande traguardo importante.

- Che voto dai alla tua stagione?

Per ora è stata una stagione abbastanza positiva dal punto di vista
personale, ma non mi piace giudicarmi, il voto lo faccio mettere a te.

-Ps: il mio voto alla stagione è di 6,5.


- Hai militato in due compagini calabresi, Crotone e Catanzaro, che
ricordi hai di queste esperienze?

La Calabria ha rappresentato per me la svolta della mia carriera da
professionista, quegli anni mi hanno permesso di farmi conoscere a
livello nazionale come giocatore. Dopo Catanzaro si erano già aperte
possibilità importanti, a Crotone ho vinto il mio primo campionato e
disputato il primo di serie B. Ho solo ricordi positivi di quel periodo.

- Sei ancora in contatto con qualche tuo ex compagno del Catanzaro?
Segui le vicende dei giallorossi?

Sì, sono ancora in contatto con Coppola, Gimmelli e Merito, siamo
diventati grandi amici. Ci sentiamo quasi ogni giorno. Gimmelli è stato
anche mio testimone di nozze. Si certo, continuo a seguire le vicende
dei giallorossi.