ESCLUSIVA CZS24 / Gessica Cosentino "mio padre non molla. Mi occuperò del rapporto con i tifosi e a breve arriveranno altri giocatori"

A tu per tu con la primogenita della famiglia Cosentino che spiega progetti presenti e futuri del Catanzaro Calcio
27.08.2015 08:00 di Rosita Mercatante   Vedi letture
Gessica e Giuseppe Cosentino
Gessica e Giuseppe Cosentino

di Rosita Mercatante

"Ho sempre lavorato dietro le quinte per il Catanzaro in quanto per causa di forza maggiore non mi è stato possibile essere presente fisicamente". Sono queste le parole di Gessica, figlia del Presidente Giuseppe Cosentino, durante l'incontro di presentazione della nuova campagna abbonamenti tenutosi nella sala stampa del Poligiovino. Questa è stata l'occasione per una sua uscita ufficiale, l'ennesima negli ultimi tempi, accanto alla sorella Ambra, che, nell'organigramma societario, riveste il ruolo di Vicepresidente. In esclusiva a CatanzaroSport24 Gessica ha parlato del presente e futuro della società guidata dal papà e del suo nuovo ruolo all'interno dell'US Catanzaro.

Sin dal ritiro precampionato abbiamo notato una sua maggiore presenza sia a bordo campo che fuori. Cosa è cambiato rispetto al recente passato? Questo "ritorno" fa parte del rinnovamento dell'organigramma societario di cui si è parlato in conferenza?

“Anche se in maniera silenziosa – ha dichiarato Gessica -  ho sempre garantito il mio impegno per la società di mio padre. A tenermi lontana da qui sono state questioni personali. Dopo i primi incontri dello scorso campionato sono stata costretta a vivere all'estero da dove ho continuato a sostenere la squadra e a incoraggiare mio padre nei momenti difficili, anche perché nei suoi confronti riesco ad esercitare un forte ascendente. Spero di riuscire a rimanere qui per l'intera stagione che sta per iniziare in modo da ricoprire un ruolo istituzionale, occupandomi dei rapporti tra la società e i tifosi.”

Il fatto di aver introdotto delle agevolazioni nella campagna abbonamenti per incentivare i tifosi giallorossi a sostenere la squadra rientra nelle competenze del suo nuovo ruolo?

“Sì, è stata una mia scelta quella di prevedere delle riduzioni sui prezzi degli abbonamenti e dei biglietti. In particolare, per riavvicinare chi viene dalla provincia e per chi è rimasto deluso dalla scorsa stagione. Dopo aver ascoltato le richieste dei tifosi durante alcuni incontri con i vari club ho voluto dare un forte segnale alla piazza dimostrando concretamente che la società è aperta a trovare un punto d'incontro pur rispettando la diversità dei ruoli. Mi sto impegnando in prima persona a sondare l'umore della tifoseria sia seguendo i social, sia dialogando nei post partita. Come ha sottolineato mia sorella non bisogna perdere di vista che per realizzare il progetto giallorosso è fondamentale la sinergia tra più ambiti: quello societario, quello istituzionale e quello, insostituibile, della tifoseria.”

Dopo la famosa conferenza stampa post Reggina dello scorso 22 dicembre, il Presidente Cosentino visto l'andamento della squadra è sembrato aver perso quell'entusiasmo che lo aveva sempre contraddistinto. Anche se non ha mai abbandonato la nave...

“Alla delusione per come si è concluso lo scorso campionato si è aggiunto il malumore per l'inchiesta Dirty Soccer, che lo ha colpito profondamente. È una persona molto orgogliosa che ha sempre lavorato in maniera onesta. Vedersi coinvolto in una vicenda di cui si è completamente all'oscuro lo ha segnato. Nonostante tutto mio padre non ha mai mollato e non ha smesso di crederci. Lo dimostra – ha concluso Gessica - l'impegno profuso per rafforzare sia la società, migliorando lo staff tecnico qualitativamente e quantitativamente, sia la squadra con gli ultimi due innesti che confermano l'intenzione di creare una rosa più che dignitosa. A questi seguiranno altri arrivi che serviranno ad affrontare al meglio la prossima stagione.”