Battistini: "A Catanzaro ci andrei, piazza ambiziosa"

13.11.2014 14:19 di Paolo Vaccaro  articolo letto 2136 volte
Fonte: TuttoMercatoWeb.com
© foto di Luigi Gasia/TuttoNocerina.com
Battistini: "A Catanzaro ci andrei, piazza ambiziosa"

Quattordici esoneri, cinque cambi di panchina solo negli ultimi dieci giorni. È una Lega Pro che vive il momento, e non potrebbe essere diversamente, nonostante il grande equilibrio che aleggia sui gironi. TuttoMercatoWeb ha fatto il punto della situazione con l'ex allenatore della Reggiana Pierfrancesco Battistini: "I cambi sono stati diversi e molto ravvicinati, me ne aspetto ancora tanti dato che la scelta generale è stata molto semplice: puntare su ragazzi meno esperti e confidare su un costo inferiore. Questo, non essendoci il cuscinetto della seconda divisione, è traumatico perché c'è direttamente il passaggio in Serie D. Il tutto fermo restando che, quando ci sono cambi, vuol dire che c'è qualche errore di gestione e valutazione non corretta a inizio stagione".

Che campionati vede in generale?

"Sono tre gironi molto diversi fra loro. Nel girone A vedo una gerarchi definita; al di là del cambio allenatore che era stato fatto, il Bassano lo vedo forse e ha una programmazione societaria molto importante. Il Monza sta facendo cose importanti, spero possa trovare la stabilità economica. Credo poi che il Venezia, dopo il cambio di allenatore, possa arrivare al vertice. Il girone B è stato finora molto equilibrato, ancora non c'è una squadra più forte anche se, con la vittoria di Reggio, l'Ascoli ha dimostrato una forza devastante. Una squadra che non sta rendendo, ma che secondo me verrà fuori è il Pisa. Vedo molto bene anche la Spal, che ha un organico importante. Nel girone C ci sono squadre molto interessanti e di grande caratura, con pubblici bellissimi. Il Benevento sta facendo sforzi importanti e merita sicuramente il passaggio in Serie B; ha una organizzazione importante anche a livello giovanile. Una forte concorrente è il Lecce, che deve ambire al primo posto, mentre il Catanzaro ha una situazione delicata, ma può fare bene per organico e piazza".

A Catanzaro andrebbe ad allenare?

"Molto volentieri, è una piazza che conosco molto bene per averla sfidata molte volte in Lega Pro. Conosco bene il presidente, è una squadra ambiziosa".