Vigilia di campionato, il Catanzaro se la vedrà con il Bisceglie in una gara da vincere a tutti i costi

Analizziamo l'avversario di turno del Catanzaro dopo il cambio al vertice societario
02.11.2018 21:42 di Maurizio Martino  articolo letto 909 volte
Vigilia di campionato, il Catanzaro se la vedrà con il Bisceglie in una gara da vincere a tutti i costi

Dal rischio di non iscrizione al cambio societario per disputare un campionato che fino ad ora si può considerare senza infamia e senza lode. Il Bisceglie si presenterà domani a Ceravolo senza grosse velleità ma con la consapevolezza di avere una squadra che potrà togliersi qualche soddisfazione nel corso della stagione pur sapendo che il primo obiettivo da raggiungere  sarà la salvezza. In seguito ai problemi societari avuti nel corso dell'estate quando l'ex presidente Nicola Canonico tentò anche di trasferire il titolo a Bari senza successo, il nuovo corso del Bisceglie è iniziato con il neo presidente De Martino che ha allestito una rosa molto giovane con diversi elementi interessanti che avranno modo di mettersi in mostra e apprendere da gente esperta di categoria come l'ex giallorosso Onescu passato in estate tra le fila nero azzurre. Oltre al rumeno tra i nuovi arrivi ricordiamo Addario, Calandra, Maccarrone, Beghdadi, Maestrelli, Raucci, Longo, Sisto, Giacomarro, Kuatè, O, Jakimovski, Bottalico, Antonicelli, Camporeale, Starita, De Sena e Scalzone. 
Alla guida tecnica dei pugliesi l'ex attaccante Ciro Ginestra,che dopo aver girovagato tra i campi di serie B e C, ha da poco iniziato la carriera di allenatore facendo comunque già parlare di sė nei vari ambienti calcistici. Predilige il modulo tattico 3-5-2 ma spesso lo varia a partita in corso trasformandolo in un 3-4-3 quando le esigenze di gioco lo richiedono.
Il Bisceglie occupa il centro classifica, per quanto si debbano ancora recuperare diversi incontri, con 9 punti conquistati in otto gare disputate, frutto di 2 vittorie, 3 pareggi e altrattante sconfitte.

FORMAZIONE  TIPO(3-5-2) – Crispino, Calandra,Raucci, Markic, Onescu, Starita, Maestrelli, Longo, Risolo, Scalzone, Giaccomarro

 

EMERGENZA DIFESA PER IL CATANZARO

I giallorossi che incontreranno domani al Ceravolo il Bisceglie per la 10.a di campionato presenteranno alcune assenze anche se la novità positiva è il rientro di Infantino nel gruppo da alcuni giorni ed è la sua convocazione dopo qualche mese di stop. Il suo stato d forma, a detta di mister Auteri non va però oltre il 50%. È comunque disponibile e, all'occorrenza, potrebbe subentrare a partita in corso. È il pacchetto arretrato quello che preoccupa maggiormente, infatti  all'infortunato Pambianchi e al rientrante ma ancora non in condizioni ottimali Lame, si è aggiunto dubbio sulla disponibilità di Riggio e Signorini, comunque convocati. Il primo, pronto a rientro dopo la squalifica, ha accusato una distorsione in settimana, mentre il secondo non ha completamente recuperato dall'infortunio al ginocchio subito durante la gara di Monopoli. In preallarme Nicoletti e Figliomeni. I dubbi che invece riguardavano le condizioni di De Risio, claudicante sul finire della partita contro i biancoverdi, sembrano essere svaniti. il forte centrocampista è disponibile ma non è certa la sua presenza dal 1'. Ancora out il portiere Golubovic, rientrato da poco in sede dopo essersi sottoposto a cure specifiche per l'infortunio a ginocchio di qualche settimana fa. 
Per il resto la squadra che scenderà in campo domani a partire dalle 16:30 dovrebbe essere la stessa vista all'opera la settimana scorsa contro il Monopoli.

 

Maurizio Martino