US Catanzaro, prime importanti indicazioni dopo la prima sconfitta stagionale

Qualche limite evidenziato dopo l'eliminazione dalla Coppa Italia in terra campana
12.08.2019 10:14 di Maurizio Martino   Vedi letture
US Catanzaro, prime importanti indicazioni dopo la prima sconfitta stagionale

La gara di ieri contro la Salenitana ha dato la consapevolezza di alcuni limiti evidenziati soprattutto in difesa e la necessità di dover al più presto completare l'organico per rendere il Catanzaro una squadra più competitiva. Sono questi i due aspetti che si evincono dopo la sconfitta subita ieri a Salerno e che ha determinato l'eliminazione dei giallorossi dalla Coppa Italia.
Sul primo aspetto ci penserà mister Auteri a porre i giusti correttivi. È vero che di fronte le Aquile avevano un avversario di categoria superiore e pertanto dotato di maggior spessore, ma è altrettanto vero che alcune leggerezze in difesa non devono essere commesse, a prescindere dal nome dell'avversario. Sul secondo aspetto deve essere invece la società, e nella fattispecie il DS Logiudice a trovare i tre elementi che, com'è risaputo e come confermato da Auteri al termine della gara dell'Arechi, devono essere acquistati per colmare alcuni vuoti o potenziare i reparti dove risulta la maggiore carenza sia numerica sia qualitativa. Non crediamo infatti che il portiere Adamonis, giusto per fare un nome, possa rappresentare la prima scelta per il campionato che inizierà tra due settimane. Ai giallorossi mancavano ieri a Salerno alcuni elementi tra cui i vari Maita, Statella e Fishnaller di cui difficilmente ci si può provare, ma questo non vuole certo essere una scusante alla sconfitta subita contro il più quotato avversario, Siamo ancora ad agosto e i giallorossi sono scesi in campo solo due volte quindi è naturale notare qualche errore sia in fase difensiva sia in quella propositiva però, per arrivare al meglio al debutto in campionato è necessario "trovare la quadra" e farlo in tempi ristretti per dare in mano a mister Auteri una rosa che, con il giusto lavoro possa trovare una buona intesa e la sua vera identità di gioco. 
Vedremo nei prossimi giorni cosa ci riserverà il mercato.

Maurizio Martino