US Catanzaro 1929, i colpi in attacco non sono finiti...

03.08.2018 16:28 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 3559 volte
Luigi Castaldo
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Luigi Castaldo

Dopo l’arrivo di Manuel Fischnaller continua il lavoro del DS Pasquale Logiudice per completare il reparto avanzato del Catanzaro. Al momento in avanti, oltre all’ex Alessandria, ci sono Luca Giannone, Giuseppe Statella (che può giocare sia esterno di centrocampo che seconda punta) e Saveriano Infantino. Per completare il reparto mancano almeno altre due pedine sempre che Infantino non venga ceduto. Il Catanzaro ha bisogno di una prima punta che garantisca un buon bottino di reti e di un’altra seconda punta. Diversi sono i nomi accostati ai giallorossi: Caturano e Saraniti del Lecce, Negro del Pisa (capace di giocare sia da esterno d’attacco che da centrale), D’Ursi del Bisceglie e nelle ultime ore c’è stato un ritorno di fiamma per Castaldo dell’Avellino.

Salvatore Caturano dopo essere stato per diverso tempo nel mirino del Pisa, con la possibile contropartita a favore del Lecce di Gucher, è rimasto, momentaneamente, in Salento. A Pisa è andato, invece, Michele Marconi il cui nome è stato più volte accostato anche al Catanzaro. Ora all’ombra della torre pendente ci sono in esubero Maikol Negro e Umberto Eusepi i cui ingaggi iniziano a pesare sul budget dei neroazzurri toscani.

Saraniti, invece, nonostante l’interessamento del Catanzaro non dovrebbe lasciare Lecce. Meluso, DS dei salentini, vorrebbe dargli la possibilità di giocare in serie B. Chi, invece, è vicinissimo a vestire la maglia delle aquile è Eugenio D’Ursi del Bisceglie. Mentre l’esclusione dell’Avellino dal campionato di serie B e lo svincolo di tutti i calciatori irpini ha rimesso sul mercato Luigi Castaldo. Il bomber campano ha diverse richieste: Casertana, Juve Stabia, Catania e anche il Catanzaro. Operazione comunque complicata vista la concorrenza, ma il Catanzaro c’è…