Su Sky una fiction targata Claudio Ranieri e Alessandro Roja

L'ex giallorosso e l'attore romano sul piccolo schermo
27.11.2019 09:51 di Leonardo La Cava   Vedi letture
il giorno del matrimonio
il giorno del matrimonio

Su Sky una fiction targata Claudio Ranieri e Alessandro Roja

L’attuale allenatore della Sampdoria  Claudio Ranieri ed ex giallorosso che con la casacca del Catanzaro vanta il record del calciatore ad aver disputato più partite in Serie A: 128 tra il 1976 e il 1982 (256 totali)  e dal 30 giugno 2016 cittadino onorario di Catanzaro, presto potrebbe debuttare nel mondo della fiction televisiva per conto di Sky.

Lo farà nelle vesti di consulente coadiuvando il genero Alessandro Roja, attore ed ex protagonista del personaggio “Dandi” della fortunata fiction “Romanzo Criminale”.

Quello che è al vaglio dei vertici di Sky, è una fiction sul mondo del calcio attraverso la figura dei procuratori proposta proprio da Alessandro Roja, che ha presentato a Sky il progetto di una fiction televisiva sugli agenti Fifa, meglio conosciuti come procuratori di giocatori di calcio.

E proprio al cittadino onorario di Catanzaro, una vita spesa per il calcio, il genero “Dandi” ha affidato il prezioso ruolo di consulente.

Come detto, il progetto di Roja con la consulenza di Ranieri è stato presentato a Sky: adesso toccherà ai vertici del network televisivo valutare la bontà dell’idea finanziandola e renderla una nuova serie televisiva.

Alessandro Roja ha sposato Claudia Ranieri il 30 agosto del 2013, tra i tanti invitati al matrimonio figuravano: Luca Guadagnino, Pierfrancesco Favino, Antonello Venditti, Claudia Pandolfi, Filippo Nigro, Claudio Santamaria, Francesco Montanari, Marco Giallini, Marco Bocci, Emma Marrone, Isabella Ferrari, Giorgio Pasotti. Tra i volti dello sport, il calciatore Marco Motta e il tennista Potito Starace.

Due figli per la coppia, Orlando e Dorotea, Claudia è direttrice di un’agenzia di comunicazioni che gestisce diversi vip ed è proprio la moglie Claudia ad essere l’agente di Alessandro.

Leonardo La Cava