Presidente Noto: "Il cambio di allenatore serve per dare una svolta al nostro campionato"

Il patron giallorosso conferma le voci che circolavano in città sulla scelta di Grassadonia
21.10.2019 17:25 di Maurizio Martino   Vedi letture
Presidente Noto: "Il cambio di allenatore serve per dare una svolta al nostro campionato"

di Maurizio Martino


Dopo l'ufficialità dell'esonero di mister Auteri dalla guida del Catanzaro, il presidente Noto nel corso della conferenza stampa indetta ad hoc, ha comunicato che a guidare la squadra sarà mister Grassadonia con il quale verrà sottoscritto un contratto fino a fin stagion con opzione per la prossima in caso di promozione in serie B. Era uno dei 2-3 nominativi che si vociferavano nelle ultime ore, da quando cioè è stato deciso di sollevare dall'incarico mister Auteri.

La scelta del nuovo tecnico è ricaduta su un allenatore ch ha le stesse idee calcistiche del tecnico siciliano senza però essere strettamente legato al modulo (3-4-3).
Le 4 sconfitte subite in dieci giornate hanno indotto la società al cambio di allenatore. Sebbene ancora alla decima giornata, il presidente e la società tutta hanno deciso di voler dare uno scossone alla squadra. "Continuare su questo trend - afferma Noto - avrebbe comportato una maggiore difficoltà a recuperare il terreno perduto nel caso in cui il distacco dalla capolista sarebbe aumentato".
Il presidente nel corso della conferenza stampa ha voluto fare chiarezza sul presunto attrito sorto tra mister Auteri e il DS Logiudice, notizia del tutto infondata tanto è vero che lo stesso DS ha invitato più volte la società a desistere dal suo intento di esonerare il tecnico.
Altro aspetto sul quale il presidente è stato chiaro riguarda la rosa ampia e la sce,ta degli elementi che la compongono. Nell'organico attuale, che conta 30 calciatori, sono presenti 4-5 ragazzi nati nel 1999/2000 ch non possono certamente creare malumori  e fare la voce grossa sul loro eventuale non utilizzo a tempo pieno. "Cosa diversa - afferma Noto - sarebbe stata la composizione dei una rosa di 30 over, certamente meno gestibili. La ros ampia, che, numeri alla mano, non è superiore a quella di altre squadre citate dallo stesso patron giallorosso, è stata voluta di comune accordo dal mister e dal DS per sopperire ai problemi di infortuni e squalifiche patiti nella passata stagione. "Appare chiaro - prosegue Noto -  che sono stati fatti degli investimenti su giovani promettenti che avranno la possibilità di crescere e farsi le ossa magari dandoli in prestito a società di serie C". 
A chi ha fatto notare al presidente che miste Auteri pur avendo una rosa  con più elementi per ogni reparto, ha spesso fatto ricadere le su scelte sugli stessi giocatori, il massimo responsabile dll'Uesse non ha voluto entrare nel mrito non avendo le competenze tecniche per farlo.
Sul perché non si sia aspettato la gara di Bari per decidere l'eventuale esonero, il presidente ha dichiarato che nella gara di ieri la squadra, che per otto undicesimi era la stessa dello scorso campionato,  era irriconoscibile perché sovraccaricata dal punto di ,vista mentale e probabilmente anche fisico pertanto si è deciso di dare una svolta immediata senza indugiare oltre. 
L'allontanamento di mister Auteri non sposta di una virgola l'obiettivo che la società si è prefissato e  questo è stato uno dei motivi per cui si è deciso di affidare l!incarico a Grassadonia che si è dichiarato felice di assumerlo spinto da motivazioni personali comuni a quelli della piazza giallorossa lavorando su un gruppo di giocatori che in parte giá conosce.