La video presentazione di Doudou Mangni. Il nuovo rinforzo dell'attacco atomico del Catanzaro

01.07.2019 22:06 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano/TuttoLegaPro.com
La video presentazione di Doudou Mangni. Il nuovo rinforzo dell'attacco atomico del Catanzaro

Dinamicità, forza fisica, fiuto del gol. Sono solo alcune delle caratteristiche di Doudou Mangni, l'ormai certo (manca solo l'annuncio ufficiale) calciatore delle aquile che andrà a rinforzare un reparto avanzato formato da gente del calibro di D'Ursi, Fischnaller e Kanoute (solo questi primi quattro calciatori quest'anno hanno messo a segno oltre 40 reti) e che presto potrebbe ulteriormente essere rinforzato da uno tra Eusepi, Marotta e Sarao. 

Ecco chi è Doudou Mangni Tanguy Junior, questo il suo nome completo: nato a Roma da genitori senegalesi, nel 2010 viene acquistato dall'Atalanta e nei tre anni seguenti gioca nel settore giovanile del club bergamasco. Nella stagione 2013-2014 viene ceduto in prestito al Modena, in Serie B, con cui fa il suo esordio tra i professionisti, terminando la sua prima stagione con 5 gol in 16 presenze. Si trasferisce nella stagione seguente in prestito al Latina, con cui realizza 3 reti in 22 presenze nel campionato cadetto. Nell'estate del 2015 l'Atalanta lo cede in prestito al Şanlıurfaspor, club della seconda divisione turca, con il quale però Mangni non riesce a trovare continuità: dopo 6 presenze (5 in campionato ed una in Coppa di Turchia, competizione nella quale peraltro segna la sua unica rete in Turchia) torna in Italia, all'Ascoli, dove gioca 6 partite in Serie B, senza mai andare a segno; nell'estate del 2016 torna nuovamente all'estero, questa volta in Portogallo, all'Olhanense, con cui gioca 25 partite siglando 3 reti, tutte in campionato. Nella stagione 2017-2018 rimane inizialmente all'Atalanta, poi nel gennaio 2018 viene ceduto a titolo definitivo al Monopoli, siglando 3 reti in 11 presenze. Nella stagione appena conclusa ha totalizzato con i pugliesi 26 presenze andando a segno per 11 volte. L'Atalanta proprio in questi giorni ha fatto valere una clausola di recompra (che conferma la bontà del calciatore) e lo ha girato al Catanzaro anche grazie ai buoni rapporti che ci sono tra il Presidente Noto e il suo omologo orobico Percassi.