L'urlo di gioia di un tifoso del Catanzaro tra le "chicche" del compleanno di "Tutto il calcio minuto per minuto"

 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 2959 volte
L'urlo di gioia di un tifoso del Catanzaro tra le "chicche" del compleanno di "Tutto il calcio minuto per minuto"

Tra le “chicche” del programma sportivo più amato da generazioni di radioascoltatori "Tutto il calcio per minuto", anche la cronaca dell’irruzione di un tifoso giallorosso nella cabina di Radio Rai nel gennaio del 1972 appena dopo il gol decisivo in Catanzaro-Juventus 1-0 segnato da Angelo Mammì, con tanto di microfono strappato per qualche secondo a Enrico Ameri.

https://www.youtube.com/watch?v=fkfIgBu-U-0

Il prossimo 10 gennaio la storica trasmissione di Radio 1 Rai “Tutto il calcio minuto per minuto” festeggerà il suo 58esimo compleanno e lo farà anche con uno dei momenti storici più celebrati del calcio catanzarese e calabrese: la vittoria contro la Juve che equivalse, tra l'altro, al primo successo in serie A del Catanzaro del Presidente Ceravolo.

Già da lunedì 8 gennaio il programma serale “Zona Cesarini” - condotto da Maurizio Ruggeri con la regia di Ombretta Conti e l’assistenza al programma di Antonio Tisi, in onda a partire dalle 21.05 su Radio 1  - dedicherà ampio spazio all’avvenimento che vivrà il suo momento culminante mercoledì sera.

Ci sarà spazio per il repertorio con le voci dei grandissimi Enrico Ameri e Sandro Ciotti, con l’inconfondibile Roberto Bortoluzzi e l’indimenticato Alfredo Provenzali da studio.

Tra gli ospiti Riccardo Cucchi - campo principale prima di passare il testimone a Giovanni Scaramuzzino, calabrese di Roccella Jonica - Bruno Gentili, Filippo Corsini e Massimo De Luca; gli aneddoti di Ezio Luzzi ed Emanuele Dotto, i ricordi di Claudio Ferretti, Tonino Raffa, Ugo Russo e Carlo Nesti.

 E poi risentiremo dalla voce dei radiocronisti inviati sui campi, l’annuncio in diretta al momento della conquista dei vari scudetti a partire dagli Anni Settanta. Spazio ai nuovi inviati e imperdibile “amarcord” dei corrispondenti attuali e di un tempo dalle varie sedi regionali.

L’emozione capace di diventare radiocronaca: un viaggio  in simbiosi con l’ascoltatore sulle onde delle frequenze che fanno immaginare a intere generazioni il gioco più bello del mondo. Un tuffo nel passato per una radio che sa guardare al futuro.

Per seguire la diretta: 

 www.raiplayradio.it oppure 
http://bit.ly/2CxVRyR