L'ex capitano del Catanzaro Claudio Ranieri torna ad allenare la "sua" Roma

07.03.2019 20:52 di Stefano Crisafulli   Vedi letture
L'ex capitano del Catanzaro Claudio Ranieri torna ad allenare la "sua" Roma

"Sor Claudio" torna dopo 8 anni ad allenare la squadra della sua città natale. Un amore interrotto bruscamente nel febbraio 2011, dopo che nell'esperienza biennale tra il 2009 e il 2011 alla guida dei giallorossi riuscì ad arrivare in finale di Coppa Italia e sfiorò lo scudetto, perso al rush finale contro l'Inter di Mourinho. Lui, testaccino doc, classe 1951, fa il suo esordio da giocatore a 22 anni in serie A con la maglia della Roma, dove colleziona 6 presenze. E' grazie però ad un'altra maglia giallorossa, quella del Catanzaro, che si afferma come calciatore e si impone in poco tempo come punto di riferimento per la squadra dei tre colli, al punto tale che gli viene affidata la fascia di capitano e dove diviene il giocatore più presente nel massimo campionato con la maglia dei calabresi tra il 1976 e il 1982 con ben 128 presenze. Da tecnico, dopo tanta gavetta nelle serie minori, iniziata proprio in terra calabra con la Vigor Lamezia, riesce ad affermarsi in Serie A partendo dalla panchina del Cagliari, raggiungendo i primi (e ultimi in Italia) importanti trofei sedendo sulla panchina della Fiorentina, conquistando una Coppa Italia ed una Supercoppa Italiana. Ma è all'estero che Ranieri si afferma come allenatore, vincendo in Spagna una Coppa del Re ed una Coppa Uefa con il Valencia, e facendosi amare in Inghilterra, trainando il Chelsea in semifinale di Champions League. Dopo un paio di stagioni sabbatiche, torna in Italia nel febbraio 2007, guidando il Parma ad una salvezza ormai insperata. Successivamente allena Juventus, Roma e Inter, con risultati altalenanti. Quindi ritorna a fare esperienze all'estero. Dapprima in Francia, riportando il Monaco nella serie maggiore francese. Poi nel 2014 apre anche una parentesi con la nazionale greca, ma dopo 4 partite (3 sconfitte e un pareggio) la parentesi è già chiusa. Servono nuovi stimoli, occasioni buone. A luglio 2015 lo chiama il Leicester, la missione è la salvezza nella Premier League. Viene accolto con scetticismo. I bookmaker, quote alla mano, ritengono più probabile Elvis Presley vivo che il Leicester campione d’Inghilterra. All'esordio vince per 4-2 con il Sunderland. Dopo una serie di risultati, che lo portano a sorpresa nella parte alta della classifica, alla 13a giornata si trova al primo posto in solitaria. Persa e recuperata la vetta in due giornate, la mantiene fino alla fine. Il 10 aprile 2016 ottiene la matematica qualificazione alla Champions League per l'anno successivo, la prima della storia del club. Il 2 maggio, il Leicester è per la prima volta campione d'Inghilterra dopo 132 anni di storia, e Ranieri vince il suo primo campionato in carriera. Chi ha puntato su Ranieri campione invece che su Elvis vivo, ora è ricco. Riceve le lodi della stampa internazionale e non solo. La "sua" Catanzaro non lo dimentica, e il 30 giugno 2016 viene omaggiato della cittadinanza onoraria. Terminata l'avventura a Leicester l'anno dopo, torna ad allenare in Francia il Nantes. Il 14 novembre 2018 ritorna in Premier League per la sua terza esperienza in terra inglese, venendo ingaggiato dal Fulham. Il 28 febbraio di quest'anno viene esonerato dopo una serie di risultati negativi. Oggi, 7 marzo 2019, è ufficialmente il nuovo tecnico della Roma. In bocca al lupo Claudio, dalla "tua" amata Catanzaro.