Il DS Logiudice fa il punto sul calciomercato delle Aquile

Il DS ai nostri microfoni per mettere un pò di ordine alle tante notizie di calciomercato che riguardano il Catanzaro
16.01.2020 19:18 di Leonardo La Cava   Vedi letture
Il DS Logiudice fa il punto sul calciomercato delle Aquile

Il calciomercato impazza ed il susseguirsi di notizie rende davvero quasi difficile capirne gli sviluppi. Per cercare di rendere le cose più semplici abbiamo fatto il punto della situazione con il Direttore Sportivo del Catanzaro, Pasquale Logiudice. Vediamo prima che cosa è maturato fino ad oggi. Due innesti: Atanasov al centro della difesa e Corapi a centrocampo, in uscita hanno salutato in 7: Favalli, Calì, Elizalde, Figliomeni, Nicastro, Risolo e Adamonis. E come in ogni fase di calciomercato le voci che si rincorrono sono tante, sia su chi dovrebbe andare e sia su chi dovrebbe arrivare. In entrambe sono diverse le operazioni, o presunte tali, che riguardano il Catanzaro, allora cerchiamo di mettere un po’ di ordine interpellando il diesse delle Aquile.

"Come in ogni finestra di calciomercato – esordisce ai nostri microfoni – sono tante le voci che si rincorrono, non tutte sono veritiere, e soprattutto ogni parte in causa cerca di fare i propri interessi anche rilasciando dichiarazioni su interessamenti a questo o quel giocatore, che non è detto che siano veritiere, e questo vale sia per eventuali calciatori in entrata che in uscita”.

Capitolo entrate, Atanasov e Corapi sono le uniche due certezze, che cosa ci dobbiamo aspettare nelle prossime ore?

"Da qui a domenica l’unica operazione che potrebbe concretizzarsi in entrata è quella di Contessa per il resto faremo le valutazioni se si dovessero configurare altre cessioni".

Di Piazza arriva?

“E' un calciatore che ci piace, ma è anche un calciatore del Catania, quello su cui la società etnea sta ragionando lo conoscete tutti, l’interesse del Catanzaro c’è ma non dipende da noi”

Anche Caturano è un calciatore accostato al Catanzaro, in questa operazione cosa c’è di vero?

“Tutti i grandi calciatori interessano al Catanzaro, Caturano è uno di questi anche se in quel ruolo in questo momento siamo coperti con un altro grande talento che corrisponde a Bianchimano”

Capitolo cessioni, anche in questa direzione sono ancora tanti i calciatori dati per partenti, nelle ultime ore su diverse testate giornalistiche hanno dato come imminente la partenza di Fischnaller, corrisponde al vero?

“Lo smentisco categoricamente, da qui non si muove nessuno almeno fino a domenica abbiamo una importante partita e conquistare i tre punti è il nostro obiettivo”.

Maita va al Bari?

“C’è un interesse della società pugliese, una società di grandi tradizioni e molto appetibile per diversi calciatori. Ma noi siamo il Catanzaro, non siamo inferiori a nessuno e non temiamo nessuna pressione. Siamo una società sana che non ha l’esigenza di doversi disfare dei suoi pezzi migliori, il discorso vale anche per Fishnaller e per tutti i calciatori che ci vengono richiesti. E laddove dovremmo deciderci a privarcene andremo a sostituirli con elementi di spessore e di qualità”.

E la situazione di Mangni al Cesena è vero quello che ha dichiarato il direttore sportivo dei romagnoli?

“Ho letto con stupore, su tuttoc.com, le dichiarazioni rilasciate dal direttore sportivo del Cesena sulla eventuale cessione di Mangni allo loro squadra. Si è trattato di una lunga trattativa nel corso della quale la società bianconera ha cambiato più volte le condizioni che erano state concordate”. Il calciatore non ha nessun problema fisico, ci è stata richiesta anche la sottoscrizione di una scrittura privata, come se fossimo in un campionato dilettantistico. E’ una trattativa, non è andata a buon fine per motivazioni che non sono certo addebitabili né Catanzaro né alle condizioni di Mangni”.

Leonardo La Cava