"Il Catanzaro sale in cattedra" fa tappa nel quartiere Materdomini"

 di Maurizio Martino  articolo letto 1086 volte
"Il Catanzaro sale in cattedra" fa tappa nel quartiere Materdomini"

Nuova tappa odierna prevista dal progetto "il Catanzaro sale in cattedra". Stamattina è stata la volta dell'i.c. Campanella-Todaro-Giglio ad ospitare una rappresentanza di calciatori del Catanzaro della prima squadra e della formazione Beretti. Roberto Sabato per il gruppo di mister Dionigi e i giovani Cocuzza, Matozzo, De Pace e Piacente per la seconda squadra giallorossa. Dopo la sosta prevista in occasione del derby con il Cosenza resasi necessaria per far concentrare maggiormente i ragazzi di Dionigi in vista dell'importante e sentito incontro con i cugini silani, l'iniziativa ideata dalla società del Presidente Noto in collaborazione con Sara Leone, presidente dell'Associazione "Unite ad arte" e con la testata Catanzarosport24, ha ripreso regolarmente il suo percorso che prevede il coinvolgimento delle quinte classi delle scuole elementari e le prime delle scuole medie di tutti gli istituti comprensivi della città. Come da calendario oggi è toccato  agli studenti del quartiere Materdomini che con le tante domande rivolte ai giocatori, hanno dimostrato il loro interesse per l'iniziativa che li vedrà protagonisti per l'intera settimana.
 C'è stata  una breve presentazione da parte di Sara Leone che ha spiegato come si svilupperanno i prossimi giorni che vedranno impegnati i bambini dell'i.c. fino a domenica, giorno in cui è in programma l'incontro tra Catanzaro-Fondi. Da parte di chi vi scrive è stato fatto un breve accenno sulle motivazioni che sono alla base del progetto: lo stimolo alla pratica dello sport e l'apprendimento dei valori che lo stesso, e il calcio nello specifico, riescono a trasmettere. Il coinvolgimento delle nuove generazioni è importante in quanto con la loro attiva partecipazione gli studenti potranno contribuire alla rinascita del Catanzaro. Il loro entusiasmo rappresenta il biglietto da visita ideale e più genuino che  che serve per  dimostrare l'attaccamento ai colori giallorossi.
La presenza massiccia e rumorosa sui campi di allenamento ma soprattutto sulle platee del Ceravolo è il modo più diretto e ciò su cui si basa, nella pratica, il progetto ideato ad inizio della stagione agonistica in concomitanza con quello dell'anno scolastico.
Dopo la prevedibile ressa per le foto e gli autografi di rito, gli studenti hanno dato appuntamento ai calciatori per giovedì, in occasione del consueto allenamento infrasettimanale.


Maurizio Martino