Giannone: "Contento di essere rimasto al Catanzaro"

L'attaccante, nel quale mister Auteri crede molto, si presenta alla stampa riparlando, tra le altre cose, anche del "famoso" rigore sbagliato lo scorso anno
19.09.2019 17:06 di Maurizio Martino   Vedi letture
Giannone: "Contento di essere rimasto al Catanzaro"

Luca Giannone è contento di essere rimasto al Catanzaro e non ha mai pensato di andar via. Lo dice apertamente, ciò grazie all'ottimo rapporto con mister Auteri e con vecchi e nuovi compagni sempre pronti ad incitarlo, com'è capitato dopo aver siglato il rigore domenica scorsa con la Sicula Leonzio. A proposito di rigori il discorso su quello sbagliato a Castellammare di Stabia lo scorso anno non poteva non essere ripreso a distanza di tanti mesi. Pentito e molto dispiaciuto per come lo ha calciato, Giannone ha spiegato che lo ha fatto d'istinto senza neanche pensarci su, peccando certamente di presunzione. Sull'episodio e sull'ottimo inizio di stagione suo e dell'intera squadra si è incentrato l'incontro con i giornalisti di metà settimana.

Di seguito le sue dichiarazioni:

"Siamo partiti alla grande. Peccato per la partita con il Bisceglie. Dobbiamo continuare così. Sto bene fisicamente. Quando entro voglio dimostrare qualcosa. 

Alle volte tornano dei ricordi. Ci tenevo a segnare su rigore. Ero preoccupato. Il penalty di Stabia è stato un peccato di presunzione che non andava fatto. Ho fatto un errore grave. Dispiace. Conoscere i meccanismi del mister ci avvantaggia. Sono rimasto qui e sono contento. La piazza mi ha incoraggiato. Non me l’aspettavo. Mi fa pensare ancora a quell’errore. 

Non sono scontento se parto dalla panchina. L’importante è che si vince e se il mister compie delle scelte che portano successi va bene così. A Viterbo sarà una partita difficile contro una grande squadra. Noi faremo il nostro, preparando la partita come sempre. Ancora è presto per esprimere giudizi sulle altre squadre. È un campionato dove però ci sono più compagini preparate rispetto all’anno scorso.  Bisogna valutare di domenica in domenica. Cerchiamo di mantenere questo rendimento.  Dobbiamo cercare di non sbagliare le partite contro le piccole come l’anno scorso. Sappiamo che abbiamo commesso degli errori".

Maurizio Martino