Catanzaro-Trapani 6-3, al Ceravolo vanno in scena le emozioni. Obiettivo terzo posto raggiunto

Esaltante vittoria dei giallorossi che concludono la stagione regolare imponendosi con un roboante 6-3
06.05.2019 12:58 di Maurizio Martino   Vedi letture
Catanzaro-Trapani 6-3, al Ceravolo vanno in scena le emozioni. Obiettivo terzo posto raggiunto

È stata gara vera, a scanso di equivoci, quella andata in scena ieri al “Ceravolo”, perchè il Trapani ha giocato senza nulla concedere ai giallorossi anzi sorprende la foga, la determinazione e l'agonismo che hanno profuso nel corso dell’intera partita i ragazzi dell'ottimo mister Italiano, nonostante i siciliani avessero già acquisito da tempo il secondo posto in classifica. Ciò dimostra ancor di più la forza del Catanzaro che, trovatosi in svantaggio 1-3 dopo soli 10' di gioco, ha avuto il carattere e la personalità per ribaltare il risultato già nel primo o tempo terminato 4-3. Nella ripresa ha poi consolidato la vittoria con altre due reti che hanno chiuso definitivamente il match.

Prova d’orgoglio dunque delle aquile che volevano a tutti i costi i tre punti per confermare il terzo posto che era l'obiettivo delle previsioni.

Di fronte ad una discreta cornice di pubblico, 5000 gli spettatori presenti, il Catanzaro è sceso in campo con un inedito 4-3-3 in quanto l'assenza di esterni destri di centrocampo causa infortuni ha quasi obbligato mister Auteri ad operare questa scelta. Difesa schierata quindi con Figliomeni e Riggio come coppia centrale  centrale, Celiento e Nicoletti sulle corsie esterne. Centrocampo formato da Maita, De Risio e Iuliano (ottima la sua prestazione per pressione, raddoppio e raccordo tra i reparti). In avanti il tridente formato da Bianchimano, Fishnaller e Giannone dal 1’ dopo l’infortunio.

Un errore della difesa ha permesso al Trapani di portarsi subito in vantaggio ma immediata è stata la reazione del Catanzaro che ha pareggiato con Fishnaller, al suo 13° sigillo stagionale, approfittando anche di un errore di disimpegno della difesa granata. Una gara che è stata un continuo susseguirsi di emozioni su entrambi i fronti come mai si era visto nel corso della stagione. i ripetuti ribaltamenti di azione hanno certamente divertito i tifosi che hanno potuto assistere ad un gioco spumeggiante che difficilmente si vede anche nella categoria superiore.

Analizzando l'aspetto tattico probabilmente lo schieramento della difesa a 4 non ha dato le garanzie sperate in quanto ha evidenziato difficoltà nei movimenti e spesso anche dei limiti nel posizionamento come in occasione in particolare del secondo e del terzo gol del Trapani. In vista dei Play off, se le necessità lo dovessero richiedere, Auteri dovrà lavorare molto su questo aspetto in quanto non c’è più tempo per recuperare eventuali errori che potrebbero risultare fatali per proseguire il cammino fino al termine degli spareggi promozione.

Si è visto da subito che iragazzi di Auteri erano determinati nel voler ottenere la vittoria approcciando la partita nerl mofo giusto anche se gli errori commessi in difesa li hanno costretti ad esserlo ancor di più. Il merito di Maita e compagni è stato quello di non scoraggiarsi e innervosirsi riuscendo così per la prima volta nel corso della stagione a ribaltare un risultato che li vedeva soccombere con due reti di scarto.

La partita con il Trapani ha rappresentato lo specchio fedele del Catanzaro di quest’anno: voglioso. determinato, che costruisce manovre veloci ed efficaci, pressing asfissiante. A vederlo giocare aumenta il rammarico per i punti persi per strada che forse avrebbero potuto sancire una conclusione diversa della stagione (leggi almeno secondo posto) ma adesso sarebbe comunque inutile farlo, bisogna subito pensare agli spareggi con la giusta concentrazione e con la possibilità di recuperare gli infortunati che daranno certamente una grossa mano nel tentativo di realizzare un sogno. Per sperare in questo i presupposti ci sono tutti in quanto l’intero ambiente ha ritrovato l’entusiasmo che negli ultimi mesi era un po’ scemato a causa dello scarso rendimento della squadra. La tifoseria è pronta a compattarsi e a dare il suo contributo ad un gruppo che pur non avendo mai perso l’entusiasmo, ha accresciuto ora l’autostima acquisendo maggiore consapevolezza della propria forza e grazie alle capacita mai messe in discussione di un allenatore, il migliore della categoria, che ha confermato qualora ce ne fosse necessita, di essere il vero valore aggiunto di questa squadra. La ritrovata simbiosi con la tifoseria è fondamentale, come confermato da mister, Presidente e capitan Maita, autore di una splendida rete con uno dei suoi tiri forti e precisi. La piazza è pronta, come sempre in queste occasioni così importanti. Il Catanzaro c’è, le Aquile sono pronte a spiccare il volo, mai come quest’anno!

 

Maurizio Martino