Catanzaro, prima trasferta stagionale in terra pugliese

31.08.2019 08:32 di Stefano Crisafulli   Vedi letture
Catanzaro, prima trasferta stagionale in terra pugliese

Dopo il debutto vittorioso al “Ceravolo” contro il Teramo, il Catanzaro torna in campo domani alle 17:30 in vista dell’insidiosa trasferta contro il Bisceglie allo stadio Gustavo Ventura. La squadra pugliese viene da due successi esterni, il primo domenica scorsa all’esordio in campionato dove ha superato di misura per 1-0 il Rende al “Razza” di Vibo Valentia con rete decisiva firmata da Gatto, il secondo due giorni fa nella gara valevole per la Coppa Italia di Serie C contro il Picerno per 2-0 con i gol di Gatto e Montero. Una squadra tonica, costruita bene e con calma dalla società del presidente Canonico dopo la riammissione in Serie C, molto competitiva per raggiungere l'obiettivo della salvezza. Catanzaro e Bisceglie in totale si sono affrontate 20 volte, 6 le vittorie giallorosse, 12 pareggi e 2 affermazioni pugliesi. Aquile in vantaggio anche per reti segnate, 19 gol a 8. In quel di Bisceglie disputati 10 incontri, 7 pareggi (di cui per ben 6 volte a reti inviolate), due successi neroazzurrostellati e unica vittoria della squadra dei Tre colli risalente al 16 settembre 2017, 2-0 il risultato finale con reti di Letizia e Cunzi. 5-4 il computo dei gol per la compagine pugliese al “Ventura”. La scorsa stagione sul terreno di gioco dell’impianto di via Carrara Salsello la partita terminò 1-0 in favore degli uomini di mister Vanoli (riconfermato in panchina), gol decisivo siglato nel secondo tempo da Triarico (passato al Monopoli nell’ultima sessione di mercato). L’allenatore Rodolfo Vanoli per la sfida di domani dovrebbe confermare come modulo il 4-4-2 visto domenica scorsa a Vibo, con Casadei tra i pali; linea difensiva formata dai centrali Piccinni e Zigrossi, sulle corsie esterne Tarantino e Mastrippolito; in mezzo al campo Rafetraniaina e Abonckelet, sugli esterni agiranno Wilmots e Ferrante; in attacco il duo formato da Longo e Gatto. Arbitro dell’incontro il signor Francesco Carrione di Castellammare di Stabia.