Catanzaro, per l'attacco due piste concrete e un sogno nel cassetto...

01.01.2019 23:48 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 2739 volte
Catanzaro, per l'attacco due piste concrete e un sogno nel cassetto...

Con la manita di Potenza il Catanzaro ha concluso nel migliore dei modi una prima parte di stagione che lo ha visto veleggiare nelle zone alte della classifica. I giallorossi di Gaetano Auteri hanno detto addio al 2018 con 34 punti in classifica e una partita ancora da giocare (quella con la Viterbese). Nel frattempo, in attesa di tornare in campo il prossimo 20 gennaio contro il Rende al “Ceravolo”, ci sarà una sosta che permetterà ai calciatori di tirare il fiato e di recuperare gli infortunati di lungo corso. In questo frangente l’attività della società giallorossa si sposterà dal campo di gioco al mercato di riparazione. La rosa, ovviamente, non verrà stravolta ma verrà puntellata con almeno tre pedine, una per reparto. In difesa e a centrocampo dovrebbero arrivare due under.

Nella zona nevralgica del campo da valutare la situazione di Carlo De Risio che nelle ultime giornate in sette occasioni non è stato convocato. L’ex Avellino, legato ai giallorossi da un biennale, è infortunato ed ha svolto un programma di recupero lontano da Catanzaro (a Cesena n.d.c.), al suo rientro si deciderà il da farsi.

Mentre in attacco sono due le piste seguite e portano una ad Andrea Bianchimano del Perugia (nonostante le smentite di rito) e l’altra a Matteo Di Piazza del Cosenza. Il primo è un under il secondo è un over. Ovvio, quindi, che l’arrivo di quest’ultimo si concretizzerebbe nel caso venisse ceduto Saveriano Infantino. L’ex bomber del Matera interessa al Potenza del Presidente Caiata che sta anche sondando il potentino Angelo Nolè del quasi fallito Pro Piacenza. Qualora Infantino non dovesse trovare squadra si potrebbe optare per metterlo fuori lista pur di far spazio ad un attaccante utile alla causa. Con Di Piazza i contatti sono avviati, il calciatore era stato trattato anche lo scorso anno, ma preferì andare a Lecce. Sull’attaccante di Partinico sembra essersi mosso anche il Catania, ma difficilmente Di Piazza in quanto tifoso del Palermo vestirà la maglia degli etnei.

Infine, come in ogni sessione di calciomercato che si rispetti, c’è sempre un oggetto dei desideri, un sogno tenuto chiuso nel classico cassetto, in questo caso il nome improbabile ma comunque desiderato si chiama Fabio Mazzeo. Il bomber del Foggia è legatissimo a Gaetano Auteri, “Don” Fabio è quasi un figlio per il tecnico di Floridia avendolo avuto sia a Nocera che a Benevento. Potrebbe essere l’uomo giusto al posto giusto ma come nelle favole i sogni son desideri anche se, alle volte, si realizzano.