Catanzaro-Paganese 4-1, nuovo poker per i giallorossi che liquidano in scioltezza la pratica con i campani

Le Aquile bissano le 4 reti di Reggio Calabria ma questa volta senza alcuna sofferenza contro la modesta Paganese
10.02.2019 18:55 di Maurizio Martino  articolo letto 554 volte
© foto di Andrea Rosito
Catanzaro-Paganese 4-1, nuovo poker per i giallorossi che liquidano in scioltezza la pratica con i campani

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Nonostante le cautele della vigilia da parte di mister Aiteri che aveva predicato calma e concentrazione, sono arrivati i tre punti in maniera piuttosto scontata. Troppo evidente il divario tra le due formazioni. Risultato che solo in parte da un quadro chiaro dell'a da enti della gara in quanto i giallorossi avrebbero potuto tranquillamente incrementare il numero delle reti se non fosse stato per un palo e qualche imprecisione sottoporta o nell'ultimo passaggio. Vittoria ottenuta dunque in scioltezza senza grossi sforzi contro una formazione che però, nonostante la deficitaria posizione in classifica, non è scesa in campo per alzare le barricate. Gli azzurrostellati hanno disputato una gara a viso aperto e, a parte la rete che aveva temporaneamente dimezzato lo svantaggio, si sono resi autori di alcune buone giocate concluse con occasioni di una certa rilevanza. Il poker rifilato oggi fa il paio a quello che aveva consentito ai giallorossi di ottenere la vittoria nel derby di Reggio Calabria. È come in quell'occasione, anche oggi c'è stata un'altra doppietta sempre ad opera di D'Ursi che, subentrato nel corso della ripresa, ha messo la parola fine ad un incontro il cui esito comunque appariva abbastanza scontato. Oltre al numero 7 ad andare in rete sono stati il redivivo Giannone (buona la sua prova dopo quella di Coppa Italia) già dopo 100" dall'inizio ed Eklu. Due reti per tempo che consentono al Catanzaro di incamerare tre importantissimi punti in vista del big match di mercoledì a Castellammare. Con la vittoria odierna infatti i giallorossi hanno approfittato del turno di riposo delle vespe stabiesi per ridurre a 9 punti  il distacco tra le due formazioni. Mai come ora quindi risulta fondamentale lo scontro diretto tra tre giorni, anche se non decisivo viste le tante partite che restano ancora da disputare fino al termine della stagione. La gara odierna serve per dare maggiore carica motivazionale ai ragazzi di Auteri dando loro ulteriore consapevolezza degli enormi mezzi che hanno a disposizione. Le qualità tecniche, l'ulteriore spinta psicologica e il fondamentale spirito di gruppo sono le caratteristiche su cui potrà far leva il tecnico in vista della gara contro la Juve Stabia alla quale inevitabilmente si starà già pensando a partire dalle 16:30, una volta archiviata la pratica Paganese sulla quale, a parte quanto espresso non ci sentiamo di fare altri commenti.

Maurizio Martino