Catanzaro non sottovalutare la Paganese. Domenica tutti allo stadio!

08.02.2019 19:03 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 1619 volte
© foto di Andrea Rosito
Catanzaro non sottovalutare la Paganese. Domenica tutti allo stadio!

Dopo l’importante vittoria di Reggio Calabria il Catanzaro ritorna al “Ceravolo” per continuare la scalata alla vetta. Il primo gradito del podio, al momento, dista 12 lunghezze ed è occupato dalla sorprendente Juve Stabia. Le vespe, finora, non ha mai perso e non si sono mai “inceppate”. Difficile pensare che i campani possano tenere questo ritmo per tutto l’arco della stagione. Il prossimo match dei giallorossi ha una importanza quasi “vitale” per i sogni di gloria della compagine del Presidente Noto. Questa settimana la Juve Stabia riposerà prima di ospitare al “Menti”, nel turno infrasettimanale, proprio il Catanzaro. Una vittoria di Furlan e compagni contro la Paganese porterebbe il distacco a 9 lunghezze che potrebbero ridursi a 6 qualora il recupero con la Viterbese si concluda con un altro successo delle aquile. Non bisogna, però, sottovalutare il prossimo impegno. La Paganese scenderà al “Ceravolo” assetata di punti per evitare la lotteria dei play out. Una missione quasi impossibile visto che la distanza con la zona tranquilla ammonta a nove punti e che se non ci fosse stato il Matera, con la sua maxi penalizzazione, la Paganese occuperebbe l’ultimo gradino della classifica. I campani portano in dote 1 vittoria, 6 pareggi e ben 15 sconfitte, uno dei peggiori reparti avanzati del girone con solo 23 gol all’attivo (3 dei quali segnati domenica scorsa nella partita persa in casa con il Potenza) e la peggiore difesa con 52 reti al passivo. Mister De Sanzo dovrà, inoltre, rinunciare a Stendardo, Cesaretti e molto probabilmente a Fornito. Questo non significa che i ragazzi di Gaetano Auteri avranno vita facile. Il match casalingo contro il Bisceglie deve insegnare che partite abbordabili e avversari materasso non ce ne sono. Tra l’altro, lo special one di Floridia, dovrà rinunciare, quasi certamente, a Bianchimano, Kanoute e Fischnaller. Il reparto avanzato verrà guidato da Ciccone, D’Ursi e Giannone e, pertanto, una grossa mano gliela deve dare il pubblico del “Ceravolo”. Non ci sono più scusanti, dopo il bel campionato disputato finora, tutti allo stadio, il Catanzaro ha bisogno di tutti noi!