Catanzaro, l’Auteri bis riparte dalla Sicula Leonzio

26.01.2020 09:58 di Stefano Crisafulli   Vedi letture
Catanzaro, l’Auteri bis riparte dalla Sicula Leonzio

Dopo la sconfitta esterna per 1-0 contro il Teramo di mercoledì scorso, costata l’esonero a Grassadonia ed il ritorno in panchina di Auteri, il Catanzaro torna in campo domani alle 14:30 in vista della trasferta contro la Sicula Leonzio allo stadio “Angelino Nobile” per il posticipo della ventitreesima giornata. La squadra siciliana del presidente Giuseppe Leonardi si trova al penultimo posto in classifica in piena lotta per non retrocedere, con soli 12 punti conquistati su 22 partite disputate, frutto di 2 vittorie, 6 pareggi e ben 14 sconfitte con 19 reti all’attivo e 40 al passivo (seconda peggiore difesa del girone dopo quella del Rende). In casa i bianconeri hanno totalizzato 8 punti: 2 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte con 14 gol fatti e 23 subìti. La compagine allenata da Vito Grieco viene dalla sconfitta di mercoledì scorso per 1-0 al “San Nicola” contro il Bari.

Catanzaro e Sicula Leonzio in totale si sono affrontate 11 volte, 6 i successi delle Aquile, 2 pareggi e 3 affermazioni siciliane. 24 a 16 per i giallorossi il computo dei gol realizzati. Nei 5 precedenti al “Nobile” 2 vittorie a testa per entrambe le squadre ed 1 pareggio. 8 a 6 per i bianconeri il computo delle reti realizzate. La scorsa stagione in quel di Lentini il match terminò 2-0 per i giallorossi grazie alle reti siglate da D’Ursi e Iuliano nel secondo tempo. Nel girone d'andata al “Ceravolo” la squadra del presidente Noto si è imposta 3-1 grazie alle reti firmate da Fischnaller (che ieri ha ufficialmente salutato il Catanzaro per tornare a vestire la maglia del Sudtirol), Kanoute e Giannone, gol della bandiera per i siciliani segnata da Lescano.

Mister Grieco per la sfida di domani dovrebbe adottare il 3-5-2 visto finora, con in porta l’ex giallorosso Adamonis; linea difensiva formata da Ferrara, Bachini e Tafa; a centrocampo in mezzo Palermo, Bucolo e Sicurella, sulle fasce Parisi a destra e Sabatino a sinistra; in attacco il duo formato da Catania e Scardina. Arbitro dell’incontro il signor Nicolò Marini di Trieste.