Catanzaro - Latina, 1-3 finale

Suicidio tattico di Ciccio Cozza che manda in campo tutti i nuovi arrivati dal primo minuto
13.01.2013 14:21 di Redazione CatanzaroSport24  articolo letto 961 volte
Catanzaro - Latina, 1-3 finale

CATANZARO Pisseri, Orchi, Sabatino (37' Masini), Ronaldo (1'st Quadri), Sirignano, Bacchetti, Fiore, Castiglia, Fioretti, Russotto, Benedetti (17' st Squillace)i. A disposizione: Faraon, Papasidero, Ulloa, Carboni All. Cozza


LATINA: Bindi, Milani, Bruscagnin, Cejas, Cottafava, Agius, Barraco, Burrai (21' st Gerbo),(dal 37' pt Ricciardi), Sacilotto, Agodirin (dal 43' st Jefferson) A disposizione: Ioime, Cafiero, Giacomini, Pagliaroli All. Pecchia


Arbitro Albertini di Ascoli Piceno

Assistenti: Boz di Aosta e Prenna di Molfetta

Note - 

Marcatori: 20’ Agodirin (LA) 29’ st Danilevicius (LA) 41’ Ricciardi (LA) 42’ st Masini (CZ)

Angoli: Catanzaro – Latina 4-3

Ammonizioni: 11’ Cottafava (LA) Orchi (CZ), 41’ Sirignano (CZ) Castiglia (CZ) Cejas (LA) Bacchetti (CZ)

 

LA CRONACA

Ciccio Cozza butta subito nella mischia i nuovi arrivati. Nell'undici titolare figurano, infatti, Bacchetti, Castiglia, Sabatino e Ronaldo

- Poche emozioni in questa prima parte di gara. Nessun tiro in porta da entrambe le parti. Ammoniti Cottafava per un fallo da dietro su Russotto e Orchi per un fallo tattico su Agodirin.

-Al 20’ il Latina passa in vantaggio dopo un’azione ben costruita: Milani verticalizza in area Sacilotto smarca di testa Agodirin che beffa Pisseri fuori dai pali.


- Seconda buona occasione per il Latina ancora una volta capitata sui piedi di Agodirin che al 28’ scatta sul filo del fuorigioco ed impensierisce Pisseri con un tiro angolato bloccato in due tempi dall’estremo difensore giallorosso.

- Seconda buona occasione per il Latina ancora una volta capitata sui piedi di Agodirin che al 28’ scatta sul filo del fuorigioco ed impensierisce Pisseri con un tiro angolato bloccato in due tempi dall’estremo difensore giallorosso.


- Al 31’ prima azione degna di nota del Catanzaro: Fiore scende sulla destra e al limite dell’area serve Russotto che viene anticipato di un soffio da Agius. Al 37’ Ciccio Cozza tenta la carta Masini al posto di un Sabatino che non ha tanto convinto al debutto.


- Al 41’ ancora un’occasionissima per il Latina Barraco taglia la difesa giallorossa con un perfetto assist verticale, la palla finisce sui piedi di Danilevicius che tira a botta sicura ma Pisseri ben piazzato respinge.


- Al 46’ gol annullato al Catanzaro: dopo un’azione manovrata Russotto lancia Fiore che con un perfetto diagonale batte Bindi ma la rete viene annullata per fuorigioco.

SECONDO TEMPO

La ripresa inizia con la sostituzione di Ronaldo che lascia il campo ad Alberto Quadri. I giallorossi tentano subito di recuperare la partita con Russotto che al 3’ prova la botta da fuori ma Bindi blocca in due tempi.


In questa fase della partita il Latina amministra la partita. Mister Pecchia manda in campo forze fresche: fuori Burrai dentro Gerbo.


Al 28’ ancora Agodirin pericolosissimo. Il colored del Latina sguscia via e tenta di sorprendere Pisseri che respinge. L’attaccante laziale si avventa di nuovo sulla palle ma commette fallo e si becca cartellino giallo dal signor Albertini di Ascoli Piceno.


Al 28’ ancora Agodirin pericolosissimo. Il colored del Latina sguscia via e tenta di sorprendere Pisseri che respinge. L’attaccante laziale si avventa di nuovo sulla palle ma commette fallo e si becca cartellino giallo dal signor Albertini di Ascoli Piceno.


Al 29’ il Latina raddoppia, complice Pisseri , che non trattiene una palla sfiorata da Danilevicius e che lentamente entra dentro. 


39’ Nuovo miracolo di Bindi. Quadri batte una punizione perfetta , ma l’estremo difensore ospite toglie la palla dal sette.
Sul capovolgimento di fronte Ricciardi lanciato da Barraco batte per la terza volta Pisseri.


Il Catanzaro ha uno scatto d’orgoglio è conquista un calcio di rigore per fallo su Russotto. Sul dischetto si presenta Quadri ma ancora una volta Bindi compier un miracolo e respinge ma Masini è bravo ad intercettare la sfera e mettere dentro.

Dopo 3 minuti di recupero finisce la partita. Il Latina ha dimostrato di meritare la prima posizione ma il Catanzaro ci ha messo del suo.

Con riferimento alle competizioni calcistiche, gli operatori della comunicazione dispongono, complessivamente, in ciascun giorno di calendario solare nel quale si svolgono incontri delle competizioni di una finestra informativa di tre minuti ogni quindici minuti di gioco, fino ad un massimo di tre finestre per ognuno dei due tempi di gara