Catanzaro calcio, rivoluzione invernale per puntare ai play-off

 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 3817 volte
Catanzaro calcio, rivoluzione invernale per puntare ai play-off

Se non sarà rivoluzione, poco ci mancherà. Il mercato di riparazione del Catanzaro non sarà il classico “intervento di puntellamento” ma qualcosa di più, qualcosa che partirà dalle fondamenta per tentare di centrare l’obiettivo stagionale: i play-off promozione. Ovvio che nessuno lo dice e che quasi tutti in seno all’entourage giallorosso non vogliono sbilanciarsi ma il Catanzaro del presidente Noto vorrà comunque provarci. Sia chiaro, questo è un anno di transizione, come ha sempre detto il massimo esponente catanzarese, ma un tentativo per arrivare agli spareggi per la serie B verrà comunque fatto. Tutti i reparti saranno interessati dall’opera di potenziamento del mercato invernale. La difesa in particolare vedrà l’arrivo del maggior numero di elementi. Certa, a detta del suo procuratore, la partenza di Marchetti, sono da valutare le posizioni di Sirri (in scadenza di contratto) e Nicoletti. Diverse le trattative intavolate dal DS Doronzo, ai già accostati nomi di Sepe dell’Akragas e Cason della Carrarese ma di proprietà dell’Atalanta, nelle ultime ore prende quota quello di Luca Coccolo, scuola Juve, al momento in forza al Perugia in serie B. Coccolo è un terzino sinistro che all’occorrenza può giocare da centrale. Sistemata la difesa, si passerà al centrocampo. Gli uomini cardine potrebbero corrispondere ai nomi di Fabio Scarsella della Cremonese, Antonino Barillà del Parma e Domenico Franco del Rende. Sulla lista dei possibili partenti ci sono Icardi, Kanis, Lukanovic e forse Anastasi. L’attacco, invece, sarà il reparto che qualitativamente dovrebbe essere maggiormente potenziato. Salvatore Caturano e Simone Guerra sono solo due dei nomi accostati al Catanzaro calcio. I primi arrivi potrebbero già materializzarsi alla ripresa della preparazione prevista per martedì 9 gennaio. Entro domenica 21 gennaio, ossia data in cui i giallorossi scenderanno nuovamente in campo al “Romeo Menti” di Castellammare di Stabia, il grosso degli innesti “invernali” sarà presente. Una rivoluzione, quindi, per ripartire e per “superare il momento di difficoltà inaspettato” che il presidente Noto ha evidenziato subito dopo il derby casalingo perso con la Reggina. Una sconfitta che ha lasciato il segno, non solo perchè si è perso contro una squadra nettamente inferiore, ma perchè in campo (e non solo...) qualcosa non è andata per il verso giusto. Più di un calciatore giallorosso è apparso troppo distratto e sottotono o, più semplicemente, non è sembrato essere da Catanzaro e in questi casi le rivoluzioni più che volute sono quantomeno necessarie.