C'è voglia di Catanzaro. La tifoseria si sta riorganizzando con la nascita di nuovi club

20.05.2016 22:31 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 5004 volte
C'è voglia di Catanzaro. La tifoseria si sta riorganizzando con la nascita di nuovi club

La stagione agonistica appena conclusa non è stata certamente tra quelle memorabili nella gloriosa storia dell’US Catanzaro. I proclami iniziali del Presidente Cosentino hanno, sin da subito, spento l’entusiasmo di una piazza che non ha eguali per attaccamento e passione. Mai come quest’anno le scalee dello stadio “Nicola Ceravolo” sono rimaste semivuote. Ma questo non vuol dire, si badi bene, che il Catanzaro abbia perso la sua grande tifoseria, tutt’altro, basti pensare che nell’ultima trasferta stagionale i giallorossi sono stati seguiti ad Ischia da circa 300 tifosi, mentre nell’ultima partita casalinga erano in 7.000 al vecchio Comunale a spingere Grandi e compagni verso la vittoria contro il Melfi. E proprio dalla grande passione e senso di appartenenza dei sostenitori delle aquile che il Presidente Cosentino deve ripartire. Bisogna riconquistare la stima e la fiducia dei catanzaresi che è andata via via scemando. Le premesse ci sono tutte. L’arrivo, finalmente, di un Direttore Sportivo preparato e conosciuto come Antonello Preiti, la riconferma di Alessandro Erra in panca, i contratti pluriennali in corso di definizione con i pezzi migliori dello scacchiere giallorosso ad incominciare da Mattia Maita, fanno intravedere un cambio di mentalità da parte del Patron delle aquile. Tutto, insomma, fa presagire ad un progetto Catanzaro che si basa su solide basi. Un progetto che, finora, è stato solo abbozzato ma non è mai decollato. E proprio questi primi importanti passi da parte dell’US Catanzaro stanno pian piano riaccendendo la fiammella della passione di una piazza calorosa ed esigente. Diversi i segnali positivi. Ad incominciare dalla nascita di nuovi club di tifosi giallorossi. A suonare la carica, questa volta, è la provincia di Vibo Valentia. Il vibonese è stato sempre un feudo delle aquile, così come lo sono ancora il Marchesato Crotonese, la Locride e in parte diversi centri del Cosentino. Il Catanzaro, nonostante tutto, è ancora la squadra della Calabria. Non c’è bisogno di alcun tour in giro per i paesi dell’entroterra calabrese per fare proseliti, il Catanzaro è il Catanzaro, anche in Lega Pro. E’ bastata l’idea di alcuni tifosi di Vibo, ossia quella di creare un nuovo club giallorosso, per innescare la scintilla. “Nel giro di pochi giorni – ha dichiarato Pino Pungitore, che insieme a Vitaliano Mongiardo è uno dei promotori – abbiamo avuto tantissime adesioni. Dal vibonese ogni domenica, quando giocano le aquile, partiamo in tantissimi per seguire il Catanzaro sia in casa che in trasferta. Così – continua Pino Pungitore – abbiamo deciso di organizzarci in un vero e proprio club di tifosi. Al momento ci stiamo “contando”. Dopo penseremo a strutturarci meglio”. Chiunque volesse aderire al nascente Catanzaro Club Vibo Valentia non deve far altro che contattare Pino Pungitore sul suo profilo facebook (clicca qui). L’idea sta viaggiando sui social e sta diventando “virale”. Altri tifosi giallorossi di Pizzo, Petilia Policastro, Mesoraca, Cotronei, Isola Capo Rizzuto, Amantea e Roccella si stanno “riorganizzando”. Quando il Catanzaro chiama, il popolo delle aquile risponde presente, anche dopo tante delusioni, anche dopo tanti anni di serie C, perché al cuor non si comanda!