BS Catanzaro, ripresi gli allenamenti in vista della seconda fase del campionato

13.06.2018 16:37 di Maurizio Martino  articolo letto 285 volte
BS Catanzaro, ripresi gli allenamenti in vista della seconda fase del campionato

Il segreto per raggiungere dei traguardi, è il lavoro. Fatta questa doverosa premessa, banale quanto la “scoperta dell’acqua calda”, allora si può portare avanti un progetto, nella vita e – in questo caso – nello sport. L’Ecosistem Catanzaro, ha fatto ritorno con un bottino di nove punti in tre gare: un tesoretto da non dilapidare, che vale una “caparra” sulla Fase Finale di Catania ed è per questo che le Aquile hanno ricominciato a sudare sulla sabbia di Giovino, per pianificare la seconda tappa, imminente: direzione San Benedetto del Tronto.
Adesso però non è il momento di adagiarsi e godere delle vittorie finora ottenute, ma “azzerare” ciò che è stato e ripartire come se niente fosse accaduto, con immutata fame di vittorie e spirito di sacrificio e… con un Miceli in più! Infatti, al raduno del martedì, si è aggregato ai giallorossi anche Alessandro Miceli, tra i migliori centrali del Beach Soccer (un autentico cannoniere, nonostante la porzione arretrata di campo, occupata), reduce dalla vittoria nei playoff con il suo Castrovillari, trascinato verso la D. Un elemento importante, che andrà ad avvalorare il team (in cui è perfettamente integrato) e verso il quale sono alte le aspettative. Già, perché, nonostante le qualità individuali, a fare la differenza è sempre la coesione del collettivo: <<Guido un gruppo eccezionale, nel quale ogni ragazzo è sempre disposto a sacrificarsi per il compagno, nel momento di difficoltà, in allenamento e in gara>>, ammette mister Tonino Aloi. Ripercorrendo i tratti salienti della tappa di Cagliari, in particolare le vittorie con Canalicchio, Villasimius e Napoli, osserva il tecnico catanzarese: <<Non ci siamo mai disuniti, siamo sempre rimasti compatti e siamo stati bravi ad adeguarci alle varie dinamiche, durante le partite – dice-. Tra l’altro, disponiamo di giocatori capaci di far gol in qualunque momento, senza dover sottostare alla giocata di un singolo>>, ammette, sottolineando un dato non di poco conto. <<La conferma della nostra sinergia di intenti, è emersa alla terza giornata, quando abbiamo affrontato il Napoli, squadra forte e ferita che contava indubbiamente su un’altra classifica, visti i giocatori in rosa – rivela Aloi-. Per loro era una gara dal sapore di “ultima spiaggia”, trovandosi a zero punti alla terza partita, quindi ci aspettavamo una squadra agguerrita. Eppure noi non ci siamo smarriti, nemmeno una volta passati in svantaggio, quando abbiamo subito il loro ritorno. Non ci siamo disuniti e siamo riusciti a capovolgere il risultato nel terzo tempo, dimostrando di voler vincere a tutti i costi e questo è un segnale che mi conforta>>. Effettivamente, un fattore incoraggiante, è stato vedere un Catanzaro “sul pezzo” per tutti e tre i tempi, gagliardo e concentrato, ma i meriti sono da imputare anche alla tenuta atletica, frutto del lavoro ardimentoso del dottor Domenico Garcea, che in un mese ha “spremuto” la squadra, estrapolando il massimo: i risultati sono sotto gli occhi di tutti, inutile commentare.

<<Non si vive sugli allori, dimentichiamo il passato - afferma il trainer dell’Ecosistem  per mantenere alta la tensione nei suoi -. Non dobbiamo commettere l’errore di pensare alle tre vittorie fin qui ottenute. Per poter centrare l’obiettivo, il cammino sarà ancora lungo e tortuoso>>.
La ripresa degli allenamenti è stata caratterizzata da una piacevole sorpresa: la visita dei ragazzi di Educamp-CONI, presenti sugli spalti a fare il tifo per i giallorossi.