Auteri : " Abbiamo voglia di scendere in campo"

23.05.2020 17:26 di Mattia Dalmazio   Vedi letture
Auteri : " Abbiamo voglia di scendere in campo"

A quasi due mesi dall' ultima partita giocata, il tecnico del Catanzaro Gaetano Auteri in videoconferenza ha risposto alle domande dei giornalisti :

"Cosa ho fatto in questa quarantena? Dopo il 9 marzo sono stato un mese abbondante chiuso in hotel. Successivamente sono ritornato a Floridia e mi sono sottoposto al tampone. In questo periodo ho approfittato per studiare. Ho visto tante cose che non ho avuto il tempo di fare durante gli allenamenti. Ho visto tante partite di calcio. La morsa si è allentata e noi abbiamo voglia di scendere in campo. Sono praticamente dipendente dal terreno di gioco"

Il tecnico di Floridia ha parlato della difficoltà che le squadre incontreranno dopo tre mesi di stop :"L’unica cosa che si può fare è per garantire la regolarità dei campionati e ripartire. Con classifica definitiva e risultati definitivi. È vero che si resetta tutto e non si riparte dalle stesse condizioni di prima. Un po’ la C è così. difficilmente ci sono valori consolidati. Li può avere in A la Juve ma non è detto che il Monza che è primo cominciando tra 1 mese avrà lo stesso rendimento. Si azzerano alcuni criteri a linee guida e si ricomincia da capo".

Auteri ha parlato anche della riforma dei campionati :"Sono d’accordissimo, è fondamentale e bisognerebbe tornare a qualche decennio fa. Una B divisa in 2 gironi sarebbe un prodotto più vendibile. Avrebbe un altro fascino. Nel calcio di C ci sono tante realtà piccole che potrebbero fare il semiprofessionismo. Tutti potrebbero trovare il milione di euro per gestire l’annata calcistica. Mentre, le piazze che rispettano regole e bilanci sani e con potenziali tifoserie importanti potrebbero fare il professionismo. Sarebbero partite di altro profilo. Non incapperesti in campi dove non si rispettano le regole. Penso sia l’unica strada".

Auteri  propone i play off allargati anche alle prime :"Il campionato non è finito. Ci sono partite da fare. Il calcio è strano, a volte è illogico e dei play-off allargati significa che le prime, le seconde e le terze debbano avere un vantaggio. Ma riguarda anche i play-out. Per quale ragione le squadre non devono giocarsi le loro possibilità? Invece si fanno delle gare e chi è primo avrà un vantaggio consistente e penso che questo vantaggio posso essere anche annullato. Nonostante qualcuno dica che sono delle follie. A me sembra una cosa sportiva ma va trovata la formula giusta".