Catanzaro: quasi al via la nuova stagione

24.07.2019 10:53 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
© foto di Andrea Rosito
Catanzaro: quasi al via la nuova stagione

Dal ritiro di Moccone, il Catanzaro si appresta a iniziare la nuova stagione. È un’estate di speranze quella dei giallorossi guidati da mister Auteri che avranno il difficilissimo compito di fare meglio della scorsa stagione e magari di tentare l’assalto alla Serie B. Ma quali sono le prospettive della squadra?

Il Catanzaro è sicuramente tra le favorite della prossima stagione e non è cosa da poco vista la concorrenza, dato che molti bookies pronosticano una lotta acerrima per il primo posto e in generale per la zona playoff. A questo proposito, sono molti gli allibratori a proporre bonus scommesse da giocare anche sulla terza categoria italiana, dove tutto può davvero succedere nella prossima stagione. Il girone C della prossima Serie C assomiglia infatti a una seconda versione della Serie B piuttosto che alla terza divisione. Squadre storiche come Ternana, Catania, Reggina, Avellino e soprattutto Bari affollano il novero delle pretendenti alla vetta. I galletti di De Laurentiis, in particolare, dopo il fallimento e la ripartenza dalla Serie D sono stati immediatamente promossi ed hanno molte chance di competere per le posizioni alte della classifica. 

Il Catanzaro però non ha nulla da temere. Dopo i problemi societari di alcuni anni fa la squadra è ripartita e, sebbene molti degli ultimi campionati di Serie C si siano conclusi nell’anonimato nell’ultima stagione la formazione è giunta al terzo posto di un girone agguerritissimo e ha poi perso ai quarti di finale playoff.

Mister Auteri può contare su una squadra di valore che ha già fatto vedere di che pasta è fatta e che è stata puntellata con innesti importanti. Quello che desta più curiosità è il centravanti Aimone Calì, in prestito dall’Atalanta che lo ha appena prelevato dall’Eccellenza nella compagine romana del Montespaccato. Oltre a lui però sono diversi gli innesti validi tra cui spicca il difensore Martinelli, l’anno scorso al Foggia in B, che può rafforzare una difesa già competitiva. Oltre a lui Risolo dal Bisceglie e Di Livio dalla Roma, prodotto del settore giovanile giallorosso che l’anno scorso si è fatto valere con il Siena nel Girone A.

La rosa deve essere ancora completata e allora si punta a Paponi della Juve Stabia che però ha manifestato l’intenzione di rimanere a Castellammare: la sua permanenza è però tutt’altro che scontata e il mercato è ancora lungo. Se il Catanzaro vuole rimanere competitivo in un torneo di così alto livello dovrà mantenere i suoi giocatori chiave, e se la permanenza di elementi come Maita e Fischnaller non è in dubbio ciò non si può dire di Statella, richiesto negli ultimi tempi da Padova e Triestina, due squadre che puntano decisamente alla promozione anche se non sono concorrenti dirette del Catanzaro militando in gironi diversi.

Il presidente Noto comunque ha manifestato l’intenzione di costruire una rosa  ambiziosa, e se i fatti finora danno seguito alle parole anche queste sono importanti dato che fissano nella testa di giocatori e allenatore un obiettivo concreto e in cui si può credere tutti assieme. I tifosi possono restare tranquilli: dopo anni di anonimato e una Serie B che manca dal 2006 i giallorossi possono puntare in alto e, se non venire direttamente promossi, almeno stabilirsi continuativamente nell’élite della terza serie nazionale.