Top & Flop di Rieti - Catanzaro

08.02.2020 18:21 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
Top & Flop di Rieti - Catanzaro

Un Catanzaro in gran spolvero è riuscito a far suo l'anticipo della 25^ giornata del girone C di Serie C. Allo stadio "Centro d'Italia-Manlio Scopigno" i giallorossi si imposti per 4-1 sul Rieti grazie alle reti che portano le firme di Tulli, Di Piazza (doppietta) e Giannone. Di Persano la rete della bandiera dei padroni di casa. Terzo successo consecutivo per la squadra di Gaetano Auteri che non l'aveva mai ottenuto in questa stagione. Dopo due risultati utili di fila la squadra laziale incappa in una nuova sconfitta.

Nel primi dieci minuti di gara le due squadre si difendono con ordine, ma il Catanzaro a poco a poco inizia a prendere campo. Contessa attacca con insistenza sulla sinistra, ma è Tulli a sbloccare la sfida: l'ex Trapani approfitta di un errore di Celli e dalla trequarti scaglia un gran destro sotto la traversa che non lascia scampo a Merelli. Gli ospiti non si fermano e dopo pochi minuti trovano il raddoppio con Di Piazza: l'ex Catania viene imbeccato da un filtrante di Tulli e davanti a Merelli in uscita spedisce il pallone all'angolino. Nel proseguo della prima frazione di gioco i giallorossi controllano senza grandi patemi e quando accelerano danno l'impressione di essere sempre pericolosi. Il Rieti incassa i colpi ma non riesce a reagire se non per qualche folata dei suoi giocatori, come Zanchi che è stato nei primi 45 minuti una spina nel fianco per Casoli. 

Nella ripresa i padroni di casa sembrano entrare in campo con un altro spirito, ma dopo qualche minuto il Catanzaro prende le misure. Casoli sfonda spesso e volentieri sulla destra e al 52' fornisce un assist al bacio per Di Piazza che con il petto insacca per lo 0-3. La gara sembra ormai al sicuro e per preservare i suoi uomini migliori, Auteri effettua due cambi inserendo Bianchimano e Di Livio ai posti di Tulli e dell'ex rossazzurro. Il nuovo entrato di proprietà del Perugia spreca malamente un'enorme occasione a tu per tu con Merelli, mentre Persano è bravo ad approfittare di un errore della retroguardia ospite per siglare il gol che potrebbe riaprire il match. A mettere pepe ad una gara che sembrava già segnata ci pensa anche Martinelli che viene espulso lasciando i suoi in dieci. Il Catanzaro, però da grande squadra, non si scompone e in contropiede mette a segno il poker con Giannone che mette il punto esclamativo al match. Con questo successo i giallorossi salgono in classifica a quota 41 consolidando il sesto posto in classifica. Il Rieti, invece, resta in fondo alla classifica con 12 punti. Nel prossimo turno la compagine laziale dovrà vedersela con la Paganese, mentre il Catanzaro ospiterà la Casertana.

Ecco i migliori e i peggiori del match:

TOP

Persano (Rieti): Per gli attaccanti della compagine laziale non è stato facile vedersela con l'arcigna retroguardia giallorossa, ma il centravanti classe 1996 ha disputato nel complesso una buona gara, mettendo a segno nella ripresa il gol che poteva riaprire la gara. L'attaccante a disposizione di Beni è stato bravo nell'approfittare dell'unica sbavatura difensiva del Catanzaro.  SERVONO I SUOI GOL

Di Piazza (Catanzaro): Nella compagine calabrese sono diversi i nomi che si sono distinti in questa gara: da Atanasov a Casoli, fino ad arrivare a Tulli. Ma la palma di migliore in campo va a Matteo Di Piazza a segno oggi con una doppietta non banale. L'ex centravanti del Catania ha firmato il primo gol con la freddezza del vero bomber, mentre il secondo con un bel colpo di petto su delizioso cross di Casoli. IMPLACABILE

FLOP

Celli (Rieti): L'avversario non era tra i più semplici da affrontare, soprattutto dopo la corposa campagna acquisti effettuata in questo mercato di gennaio. Nella squadra di Beni quest'oggi tante insufficienze, ma Celli è quello che si è contraddistinto di più in negativo. Il difensore ha commesso un grave errore nel primo gol del Catanzaro e verso la fine del primo tempo è stato costretto a lasciare il campo per infortunio.  GIORNATA DA DIMENTICARE

Atteggiamento dopo lo 0-3 (Catanzaro): In un successo del genere è complicato trovare dei difetti nella prestazione dei giallorossi. Ma dopo lo 0-3 Atanasov e compagni hanno avuto altre opportunità per affondare il colpo, e in seguito hanno allentato la tensione permettendo agli avversari di trovare l'1-3 per riaprire la gara. Per un ulteriore salto di qualità serve concentrazione fino all'ultiom secondo di gara.  PERCORSO DI CRESCITA