Top & Flop di Reggina - Catanzaro

12.10.2019 23:17 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:    Vedi letture
Fonte: tuttoc.com
© foto di Andrea Rosito
Top & Flop di Reggina - Catanzaro

La Reggina batte il Catanzaro 1-0, nel big match valido per la nona giornata del girone C di Serie C, e raggiunge la Ternana al primo posto in classifica con 19 punti. Prima frazione di gara molto intensa ed equilibrata, con il gioco che viene interrotto spesso e volentieri per i numerosi falli. Il primo squillo della partita arriva al 13': Martinelli galoppa per tutto il campo, arriva al limite e serve con uno scavetto Bianchimano, il quale insacca in porta con un ottimo tiro ma viene fermato dall'arbitro in fuorigioco. Dieci minuti dopo, l'occasione da gol capita sui piedi di Reginaldo, che sfodera un buon diagonale dalla destra: il pallone, tuttavia, finisce fuori di poco. Scocca la mezzora, le due squadre non si risparmiano e danno vita ad un continuo ed entusiasmante botta e risposta. Bianchimano e Kanoute scambiano bene sul limite, il senegalese da ottima posizione smorza il destro e regala il pallone agli avversari. Al minuto 37 cambia l'inerzia della partita: il capitano degli amaranto De Rose, già ammonito, atterra fallosamente un Kanoute lanciatissimo verso la trequarti avversari e si becca l'espulsione, lasciando in dieci i suoi. La reazione dei giallorossi è veemente e un paio di minuti dopo Fischnaller sfiora la rete del vantaggio: Kanoute penetra sull'out mancino e serve Fischnaller, che nei pressi del limite dell'area si gira e tenta la conclusione fulminea verso il primo palo trovando però la respinta di Guarna. La ripresa inizio subito in salita per le Aquile: al 47' Martinelli atterra fallosamente Sounas e viene sanzionato con l'espulsione per doppia ammonizione, ristabilendo la parità numerica in campo. La gara è molto nervosa ma nella seconda frazione la Reggina sembra avere un passo in più rispetto agli avversari. Al 63' Blondett manca l'intervento sottoporta, mentre due minuti dopo Fischnaller prova a concludere verso la porta con un diagonale trovando però il fondo. Ad un quarto d'ora dal termine ancora botta e risposta: Garufo raccoglie un cross dalla sinistra e di prima colpisce verso la porta, il pallone diventa un cross per Corazza che a porta sguarnita non riesce a intercettare con successo. Un minuto dopo Fischnaller raccoglie un suggerimento verticale concludendo di prima verso lo specchio della porta, ma il legno ferma tutto. Nei minuti finali comanda la Reggina: all'85'  Denis la mette a terra col destro e conclude in maniera fulminea verso la porta, costringendo Di Gennaro agli straordinari. Un paio di minuti dopo cambia improvvisamente il risultato: grandissimo cross di Bellomo dall'out sinistro, Corazza è appostato sul secondo palo a pochi passi dalla porta e non deve far altro che schiacciare di testa per il vantaggio amaranto. Il Catanzaro ci prova nei minuti di recupero, ma i padroni di casa resistono e portano a casa tre punti preziosissimi per morale e classifica.

Di seguito, i Top & Flop del match:

TOP

Bellomo (Reggina): un vero numero 10. Trascina la squadra nella prima frazione, rendendosi protagonista di numerose conclusioni, assist e palloni smistati verso la trequarti avversaria. Il calciatore barese dà brio alla manovra offensiva, impensierendo spesso e volentieri la retroguardia giallorossa. Nel secondo tempo si spegne un po', ma è sua la pennellata d'autore per Corazza che regala la vittoria sul fotofinish ai suoi. TRASCINATORE

Kanoute (Catanzaro): oggi incontenibile. Con le sue letali ripartenze procura una quantità enorme di ammonizioni agli avversari, che raramente riescono a trattenerlo lealmente. Peccato per quel tiro smorzato davanti allo specchio della porta, intorno alla mezzora della prima frazione di gara. Una vera e propria spina nel fianco della difesa amaranto, sostituito inspiegabilmente da Auteri al ventesimo della ripresa. DEVASTANTE

FLOP

De Rose (Reggina): oggi inguardabile. Il capitano amaranto era chiamato a trascinare la squadra, ma oggi si è reso protagonista in negativo. In mezzo al campo deve correre il doppio ma non riesce a svolgere con correttezza il suo compito, finendo addirittura per essere espulso causa fallo ingenuo su Kanoute. OPACO

Nicoletti (Catanzaro): altra prestazione più ombre che luci per l'esterno giallorosso. Sul versante sinistro il Catanzaro va spesso in difficoltà e il numero 6 non riesce a leggere con puntualità i movimenti. Sue le colpe sulla rete di Corazza, lasciato libero di colpire a pochi passi dalla porta. BOCCIATO