Top & Flop di Catanzaro - Bisceglie

03.11.2018 21:01 di Redazione CatanzaroSport24 Twitter:   articolo letto 849 volte
Fonte: Tuttoc.com
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
Top & Flop di Catanzaro - Bisceglie

Il Bisceglie esce indenne dalla trasferta di Catanzaro e conquista il suo primo punto stagionale in trasferta. Continua il periodo di appannamento dei giallorossi, a secco di vittorie da tre turni e sempre più distanti dalla vetta della classifica. Parte bene la squadra di Auteri, che nella prima mezz'ora di gioco mantiene costantemente l'iniziativa senza però impensierire Crispino. Gli ospiti si difendono con ordine e pungono al primo affondo: è il 35' quando Elezaj sbaglia l'uscita e regala un corner ai nerazzurri, sul tiro dalla bandierina sbuca il destro di De Sena che infila l'angolino basso e porta inaspettatamente in vantaggio i pugliesi.  Nella ripresa il copione non cambia, è ancora il Catanzaro a fare la partita e a trovare il pareggio già al 52', con Figliomeni, il più lesto a raccogliere una corta respinta di Crispini sulla conclusione di Celiento. Sulle ali dell'entusiasmo i calabresi provano ad assediare gli ospiti. L'occasione migliore capita sui piedi di Favalli al 69', ma il figlio d'arte è costretto a calciare frettolosamente per anticipare l'uscita di Crispino e sfiora soltanto il palo. Gli ingressi di Fischnaller e di Infantino, all'esordio stagionale, aggiungono ulteriore spinta ai calabresi che si vedono anche annullare un gol allo scadere con Celiento, partito leggermente in anticipo sulla punizione di Giannone. L'ultimo brivido lo regala ancora Elezaj, che in pieno recupero sbaglia un rinvio con le mani ed è costretto a rimediare con un difficile intervento sul tiro di Risolo. Questi i nostri top e flop della gara.

TOP

Giuseppe Figliomeni (Catanzaro): ritrova il gol a cinque anni di distanza dalla rete del momentaneo 3-1 del Latina nella vittoriosa trasferta di La Spezia, in Serie B. Una rete da opportunista dell'area di rigore a coronamento di un'ottima prestazione difensiva. Determinante, in pieno recupero, un suo intervento in scivolata per sbarrare l'ingresso in area di De Sena. UOMO OVUNQUE

Carmine De Sena (Bisceglie): secondo gol consecutivo per l'attaccante napoletano, senza dubbio l'uomo più pericoloso in casa nerazzurra. Lasciato spesso e volentieri completamente solo in attacco, vista la tendenza del compagno di reparto Starita a ripiegare all'indietro, si batte per tenere alto il baricentro della squadra ed evitare l'assedio calabrese. GENEROSO

FLOP

Entonjo Elezaj (Catanzaro): determinante, in negativo, quando regala il corner del vantaggio al Bisceglie, lasciandosi scappare un pallone ormai tra le sue braccia. Palesa una preoccupante discontinuità all'interno della stessa partita, alternando interventi reattivi ed efficaci a clamorosi blackout come quello che, in pieno recupero, stava per consegnare ai pugliesi il nuovo vantaggio. DISCONTINUO

I cambi di Ciro Ginestra (Bisceglie): Bottalico e Messina sostituiti mezz'ora dopo essere entrati, a loro volta, in campo al posto di un compagno. Difficile comprendere dove inizi il demerito dell'allenatore per i cambi sbagliati e dove quelli dei giocatori, spaesati e quasi mai in partita. Quel che è certo è che il Bisceglie avrà bisogno di un maggior apporto anche da chi subentra a gara in corso per centrare l'obiettivo salvezza il più rapidamente possibile. ADDORMENTATI